Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pensioni quota 100

Che cos'è la pensione quota 100, i correttivi a cui pensare, il vantaggio dell'anticipo pensionistico e i dubbi sull'Ape Social e le coperture finanziarie
ragazzo con computer che pensa alla pensione

di Annamaria Villafrate - Niente di nuovo ancora in materia pensionistica se non idee e tante critiche. Il Governo è in carica da pochi giorni e tutti sembrano preoccupati delle riforme ancora da attuare, prima tra tutte quella sulle pensioni quota 100. Cerchiamo di capire insieme di cosa si tratta, quali sono i correttivi che si potrebbero applicare, perché consente di andare in pensione anticipatamente, l'idea ancora in forse dell'Ape Social e infine i timori sulle coperture finanziarie:

  1. Pensione a quote: che cos'è?
  2. Pensione quota 100: i correttivi da apportare
  3. Quota 100: andare in pensione in anticipo
  4. Ape quota 100: ma l'Ape Social non doveva essere abolita?
  5. Pensione quota 100: ci sono le coperture?

Pensione a quote: che cos'è?

Tra le novità della riforma pensionistica del Governo Lega – M5S c'è la pensione quota 100.

Il meccanismo delle quote prevede molto semplicemente che si ha diritto di andare in pensione quando la somma dell'età pensionabile del lavoratore e degli anni di contributi versati danno come risultato 100. E' possibile però che l'età del lavoratore o gli anni contributivi non diano come risultato una cifra tonda. In questo caso, per calcolare la quota i mesi devono essere trasformati in decimi.

Pensione quota 100: i correttivi da apportare

La pensione quota 100 offre la possibilità di andare in pensione in anticipo, ossia quando la somma dell'età e degli anni di contributi versati è pari a 100.

Questo in linea generale, visto che diverse sono le proposte e i correttivi da apportare per evitare che con questa riforma si mettano a rischio i conti dello stato. Queste le proposte:

  • secondo alcuni la quota 100 dovrebbe prevedere due parametri minimi, ossia il compimento di 64 anni di età e di 36 anni di contributi;
  • altri invece ritengono che il vantaggio dell'anticipo pensionistico offerto dalla pensione quota 100, dovrebbe essere controbilanciato da alcune penalizzazioni;
  • infine c'è chi pensa che la pensione quota 100 debba essere riservata alle categorie di lavoratori più svantaggiati: disoccupati, invalidi, caregiver e addetti ai lavori gravosi o usuranti.

Quota 100: andare in pensione in anticipo

Il vantaggio della pensione quota 100 è evidente. Essa consente di andare in pensione in anticipo rispetto ai tempi attuali. Pensiamo ad un uomo che ha compiuto 64 anni. Con la pensione quota 100 è sufficiente che abbia versato 36 anni di contributi per poter andare in pensione, con un anticipo di circa tre anni rispetto ai tempi della pensione di vecchiaia, per la quale sono necessari, attualmente, 66 anni e 7 mesi di età.

Ape quota 100: ma l'Ape Social non doveva essere abolita?

Le proposte del Governo appena insediato comprendono anche l'abolizione dell'Ape Social. In realtà gira voce che l'Ape volontaria (anticipo pensionistico volontario) e l'Ape Sociale (anticipo pensionistico a 63 anni), probabilmente verranno riunite in un trattamento unico: l'Ape quota 100. In questo modo, nel momento in cui il lavoratore raggiunge la quota 100 può ottenere l'Ape Social. Tenendo conto dei costi elevati che tale misura potrebbe comportare si pensa di riservarla solo ai lavoratori svantaggiati come i disoccupati, gli invalidi, i caregiver e gli addetti ai lavori gravosi o usuranti.

Pensione quota 100: ci sono le coperture?

Le pensioni quota 100, se da un lato vengono salutate positivamente per il meccanismo di semplificazione che offrono, dall'altro destano preoccupazione. Lega Nord e M5S ritengono che per attuare questa riforma siano sufficienti 5 miliardi di Euro, i detrattori sostengono invece che ne occorrono più del doppio. Non resta che attendere.

Leggi anche Addio alla Fornero: ecco la nuova riforma delle pensioni

(08/06/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Inps: medici pagati in più se tagliano prestazioni e invalidità
» Benzina: ecco le nuove sigle
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f g+ t in Rss