Vediamo tutto quello che c'è da sapere in pratica per procedere al pagamento del contributo unificato per il deposito del ricorso amministrativo
F24 modello visto da vicino

Il modello F24 elide

[Torna su]

Anche nel processo amministrativo telematico, prima di depositare il ricorso occorre provvedere al pagamento del Contributo Unificato.

A tal fine, è necessario utilizzare il modello F24 elide: vediamo come fare.

I campi da compilare

[Torna su]

Vediamo quali sono i campi da compilare.

I primi dati da inserire nel modello sono relativi al contribuente - ricorrente: quindi codice fiscale, cognome e nome, data di nascita, sesso, luogo di nascita e domicilio fiscale.

Proseguiamo con la Sezione Erario.

Nel campo "codice ufficio" bisogna indicare il codice ricavabile dalla tabella presente sul sito istituzionale di Giustizia Amministrativa: quindi occorre indicare il codice del Tar dove si intende depositare il ricorso.

Ad esempio: Tar Roma 8N3.

TAR LAZIO - LATINA

8N1

CdS GIURISDIZIONALE - ROMA

8N2

TAR LAZIO - ROMA

8N3

TAR ABRUZZO - L'AQUILA

8N4

TAR ABRUZZO - PESCARA

8N5

TAR TRENTINO ALTO ADIGE - BOLZANO

8N6

TAR BASILICATA - POTENZA

8N7

TAR CALABRIA - CATANZARO

8N8

TAR CALABRIA - REGGIO CALABRIA

8N9

TAR CAMPANIA - NAPOLI

8P1

TAR CAMPANIA - SALERNO

8P2

TAR EMILIA ROMAGNA - BOLOGNA

8P3

TAR EMILIA ROMAGNA - PARMA

8P4

TAR FRIULI VENEZIA GIULIA - TRIESTE

8P5

TAR LIGURIA - GENOVA

8P6

TAR LOMBARDIA - MILANO

8P7

TAR LOMBARDIA - BRESCIA

8P8

TAR MARCHE - ANCONA

8P9

TAR MOLISE - CAMPOBASSO

8Q1

TAR PIEMONTE - TORINO

8Q2

TAR PUGLIA - BARI

8Q3

TAR PUGLIA - LECCE

8Q4

TAR SARDEGNA - CAGLIARI

8Q5

TAR SICILIA - PALERMO

8Q6

TAR SICILIA - CATANIA

8Q7

TAR TOSCANA - FIRENZE

8Q8

TAR TRENTINO ALTO ADIGE - TRENTO

8R1

TAR UMBRIA - PERUGIA

8R2

TAR VALLE D'AOSTA - AOSTA

8R3

TAR VENETO - VENEZIA

8R4

CdS CONSULTIVE - ROMA

8R5

CdS CONSULTIVE - PALERMO

8R6

CdS CONSULTIVE

8R7

PRESIDENZA REGIONE SICILIA

8R8

Nel campo "tipo" bisogna indicare la tipologia di versamento per la quale è prevista l'indicazione di particolari elementi identificativi e, nello specifico, la lettera R.

Nel campo "elementi identificativi" occorre indicare il codice fiscale del ricorrente.

Nel campo "codice" indicare il codice tributo corrispondente:

Contributo unificato per i ricorsi promossi dinanzi al giudice amministrativo

GA01

Contributo unificato per i ricorsi incidentali dinanzi al giudice amministrativo

GA02

Contributo unificato per i motivi aggiunti a ricorsi promossi dinanzi al giudice amministrativo

GA03

Contributo unificato per i ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica

GA04

Contributo unificato per i ricorsi straordinari al Presidente della Regione Siciliana

GA05

Contributo unificato a seguito di invito al pagamento da parte della Giustizia Amministrativa - Articolo 248 del D.P.R. n. 115/2002

GA0T

Contributo unificato Giustizia Amministrativa - SANZIONE - Articolo 16, comma 1-bis, del D.P.R. n. 115/2002

GA0S

Contributo unificato Giustizia Amministrativa - INTERESSI - Articolo 16, comma 1, del D.P.R. n. 115/2002

GA0Z

Nel campo "anno di riferimento" occorre indicare l'anno di competenza del versamento.

Nel campo "importo" bisogna indicare il contributo unificato da pagare in base alla seguente tabella:

ricorsi cui si applica il rito abbreviato

€ 1.800,00

ricorsi di cui all'articolo 119, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 il cui valore è inferiore ad €. 200.000,00

€ 2.000,00

ricorsi di cui all'articolo 119, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 il cui valore è compreso tra €. 200.000,00 ed €. 1.000.000,00

€ 4.000,00

ricorsi di cui all'articolo 119, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 il cui valore è superiore ad €. 1.000.000,00 oppure ove la dichiarazione di valore venga omessa

€ 6.000,00

ricorsi in materia di pubblico impiego

€ 325,00

ricorsi previsti dagli articoli 116 e 117 del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104

€ 300,00

diritto di cittadinanza, di residenza, di soggiorno e di ingresso nel territorio dello Stato

€ 300,00

ottemperanza ed esecuzione sentenza

€ 300,00

ricorsi previsti dall'articolo 25 della legge n. 241 del 1990 avverso il diniego di accesso alle informazioni di cui al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 195, di attuazione della direttiva 2003/4/CE sull'accesso Del pubblico all'informazione ambientale

esente

Tutti gli altri ricorsi e quello straordinario al Capo Dello Stato

€ 650,00


Pagamento

[Torna su]

Se il pagamento viene eseguito con il servizio Home Banking, la quietanza di norma è disponibile dopo circa una settimana, tenendo conto che questo tempo di attesa può variare a discrezione dell'intermediario.

Dunque è consigliabile effettuare il pagamento per tempo; i dati della quietanza poi devono essere indicati sul modulo di Deposito del Ricorso.

Precisamente nella parte finale del modulo, sezione Contributo Unificato e all'interno del campo "estremi versamento", occorre indicare il protocollo telematico composto da un codice alfanumerico di 24 cifre, presente sulla quietanza di versamento diviso in due caselle.

Da notare che il decreto MEF del 07.12.2020 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 14 - 19.01.2021, recante Modifiche al D.M. 27.06.2017 in materia di modalità di versamento del contributo unificato per i ricorsi dinanzi al giudice amministrativo, per i ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica e per i ricorsi straordinari al Presidente della Regione siciliana, prevede l'utilizzo della piattaforma PagoPa per il versamento del contributo unificato per i ricorsi al Tar.

Altre informazioni?
Contatta la Rag. Comm. Laura Mariani
mail: studiopandolfimariani@gmail.com

Vedi anche:
- Il contributo unificato. I valori per i diversi tipi di procedimento e la tabella riassuntiva (anche in PDF).
- Raccolta di articoli e sentenze sul contributo unificato
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: