Il Bonus tv-decoder, disciplinato dal decreto interministeriale del 18 ottobre 2019 ha consentito alle famiglie in difficoltà di adeguarsi alla tecnologia di ricezione vigente dal 2022 acquistando Tv e decoder di ultima generazione

Cos'è il Bonus TV-decoder

[Torna su]
Il "Bonus TV", o Bonus Decoder è un'agevolazione introdotta dal legislatore per consentire alle famiglie italiane di acquistare TV e decoder di nuova generazione, sfruttando gli incentivi previsti dalla legge, al fine supportare la transizione del sistema radiotelevisivo verso i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC) operativi dal 2022.

Il Bonus Tv e Decoder è stato disciplinato nel dettaglio dal Decreto interministeriale MISE-MEF del 18 ottobre 2019 (sotto allegato) contenente le "Modalità per l'erogazione dei contributi in favore dei consumatori finali per l'acquisto di apparecchi televisivi idonei alla ricezione dei programmi con le nuove tecnologie trasmissive DVB-T2".

Il Bonus TV - Decoder è stato quindi utilizzato per l'acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi.

Il Bonus, che sarebbe dovuto essere disponibile fino al 31 dicembre 2022, non lo è più dal 12 novembre 2022. Una nota del ministero competente ha infatti comunicato l'esaurimento anticipato delle risorse.

Guardiamo in ogni caso nel dettaglio i destinatari della misura, il funzionamento del bonus e la sua entità.

Beneficiari del bonus

Il contributo è stato riconosciuto ai residenti nel territorio dello Stato appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore a 20mila euro, risultante da una dichiarazione sostitutiva unica (DSU) in corso di validità. Nel dettaglio, il contributo è stato riconosciuto per ciascun nucleo familiare e per l'acquisto di un solo apparecchio nell'arco temporale di riferimento.

All'utente avente diritto al bonus e con un'invalidità riconosciuta ai sensi della legge 104/92, il bonus è stato applicato sul prezzo di vendita comprensivo dell'IVA senza risultare incompatibile con l'applicazione dell'IVA agevolata in presenza dei requisiti richiesti per tale beneficio.

Il "Bonus TV" è stato fissato nel valore massimo di 30 euro (o inferiore in caso di costo inferiore del prodotto) e fino a 50 euro per l'acquisto di apparecchiature satellitari.

Dal 20 giugno 2022 la ricezione dei programmi TV è possibile esclusivamente con televisori e decoder di nuova generazione, dotati dei nuovi standard trasmissivi e di codifica (DVBT-2/HEVC).

Funzionamento e importo del bonus tv-decoder

Il Bonus è stato erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo di vendita (comprensivo di IVA) del prodotto acquistato. Per ottenere lo sconto, ai cittadini è stato imposto di presentare al venditore una richiesta per acquistare una TV o un decoder beneficiando del bonus.

Questi i dati e i requisiti richiesti:
  • essere residenti in Italia;
  • appartenere ad un nucleo familiare di fascia ISEE non superiore ai 20.000 euro;
  • mancata fruizione del bonus da parte di altri componenti dello stesso nucleo.
Per agevolare i cittadini nella presentazione della domanda il MISE ha reso disponibile un modulo fac-simile di "richiesta del riconoscimento del contributo" (qui sotto allegato) per fornire le necessarie dichiarazioni, sopra illustrate.

In negozio invece il richiedente era tenuto a presentare, assieme al documento di autocertificazione, una copia di un documento di identità in corso di validità. Ammessa la delega in forma scritta e accompagnata da un documento di riconoscimento del delegante.

Il Ministero ha anche messo a disposizione dei cittadini una lista di prodotti "idonei" per verificare l'operatività del bonus per determinati Tv o decoder.

La validità del bonus è stata estesa anche agli acquisti online.

I cittadini aventi diritto hanno presentato la domanda in base al modulo per la richiesta del bonus presente sulla pagina web del Mise, seguendo le indicazioni pubblicate dai venditori on-line che hanno aderito alla procedura.

Registrazione dei venditori

Ai venditori operati in Italia, compresi quelli del commercio elettronico, dal 3 dicembre 2019 è stato consentito di aderire all'iniziativa registrandosi sulla piattaforma telematica resa disponibile dall'Agenzia delle Entrate.
Per i venditori operanti in Paesi dell'Unione europea diversi dall'Italia è stata prevista invece una diversa procedura di adesione.
L'adesione dei rivenditori all'iniziativa è stata volontaria. L'utente titolare del bonus per beneficiarne doveva recarsi quindi solo presso un punto vendita aderente all'iniziativa.

I venditori italiani e esteri, nel raccogliere i dati necessari per la vendita di TV e decoder con lo sconto, si sono impegnati, nel rispetto della privacy, a non utilizzare tali dati per finalità diverse da quelle correlate all'erogazione del bonus e sono stati obbligati a trattare i dati personali raccolti in conformità alla disciplina italiana ed eurounitaria vigente.

Per tutta la durata della procedura, infine ai produttori di TV e decoder per i quali si poteva usufruire del bonus è stato richiesto di comunicare al Ministero, sotto la propria responsabilità, che detti prodotti erano in possesso delle caratteristiche tecniche richieste dal Decreto 18 ottobre 2019.

Scarica pdf decreto Bonus TV 18 ottobre 2019
Scarica pdf Modulo richiesta Bonus TV - Decoder

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: