Chi non può compiere una determinata operazione, può delegare a un soggetto terzo a compierla per suo conto. Ecco come fare e il modello di delega
mani uomo con biglietto delegare

di Valeria Zeppilli - Chi deve compiere una determinata operazione ma è impossibilitato a farlo, può incaricare un soggetto terzo ad agire al suo posto. A tal fine è necessario delegarlo formalmente.

Ad esempio, deve essere predisposta una delega per autorizzare un'altra persona a ritirare un pacco postale per proprio conto o a ritirare un referto medico, un documento dal notaio e così via.

Indice:

I motivi per la delega

[Torna su]

La delega non necessita, per essere valida e legittima, di particolari motivi.

Si può scegliere di delegare un soggetto a compiere un'operazione in propria vece per qualsiasi ragione e quindi, ad esempio, se si è impossibilitati a recarsi personalmente presso l'ufficio di riferimento, per risparmiare tempo, se ci si trova in un'altra città e così via.

Modelli di delega predisposti

[Torna su]

Alcuni uffici predispongono dei modelli di delega da compilare con i propri dati (ad esempio gli uffici postali o le strutture sanitarie pubbliche).

La prima cosa da fare se si vuole delegare un soggetto a compiere una certa operazione al proprio posto è quindi quella di verificare se l'ufficio presso il quale l'operazione deve essere compiuta ha già un modello da compilare.

Se c'è, bisogna utilizzare quello, altrimenti si dovrà procedere autonomamente a scrivere la delega in ogni sua parte.

Come scrivere una delega

[Torna su]

Ma come si scrive una delega?

Occorre prevedere due parti.

Nella prima, vanno inseriti i dati anagrafici del delegante e quelli del delegato, comprensivi di data e luogo di nascita, indirizzo di residenza e codice fiscale o sede legale e partita Iva se si tratta di una società.

Nella seconda parte, invece, va individuato l'oggetto della delega (ad esempio il ritiro di un pacco, di un referto, di un atto e così via). Questo deve essere descritto in maniera specifica e dettagliata, altrimenti non si potrebbe parlare di delega ma di procura generale, disciplinata in tutt'altra maniera.

Se, quindi, si delega ad esempio al ritiro di un atto, occorrerà individuarlo bene specificando quale è il suo oggetto e quando è stato sottoscritto e da chi.

La forma della delega

[Torna su]

La delega non soggiace a particolari requisiti di forma: l'importante è che sia conferita per iscritto e che contenga la data e la firma autografa del delegante.

Per il resto è possibile scriverla sia a macchina che di pugno, in maniera libera, rispettando le indicazioni date sopra e attenendosi, in linea generale, al modello predisposto in calce al presente articolo.

Gli allegati

[Torna su]

Alla delega, infine, deve essere allegato sempre il documento di identità del delegante.

Il delegato, invece, lo deve portare con sé in originale ed esibirlo nel momento in cui andrà a compiere l'operazione per la quale è stato delegato. La fotocopia del documento del delegato, quindi, non è indispensabile (a meno che non sia espressamente richiesta dall'ufficio presso il quale ci si reca).

Facsimile di delega

[Torna su]

Tenendo conto di tutte le predette accortezze, se non è disponibile un modello specifico di delega si potrà predisporla utilizzando il seguente facsimile:

Io sottoscritto/a ________________ nato/a a ___________________ il _________________ e residente in _______________________ via _____________________ n. ____ (C.F.: _____________________) (eventualmente: quale legale rappresentante della società _________________ con sede a __________________ via ________________ n. ___ (P. Iva: _________________)

delego

__________________________ nato/a a ___________________ il _________________ e residente in _______________________ via _____________________ n. ____ (C.F.: _____________________)

a compiere per mio conto la seguente operazione: ____________________________ (specificarla dettagliatamente).

Luogo, data ________________

Firma del delegante __________________________


Si allega fotocopia documento di identità del delegante

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: