Nuovo bonus bebè 2020. Ecco i cambiamenti previsti per l'assegno di natalità e le istruzioni per ottenerlo illustrati dalla circolare dell'Inps n. 26 del 14 febbraio
piedi di neonato avvolti in una coperta

di Gabriella Lax - Arriva il nuovo bonus bebè, o assegno di natalità, con i cambiamenti previsti dalla manovra 2020. Ad illustrarli è l'Inps, con la circolare n. 26 del 14 febbraio 2020 (in allegato).

Bonus bebè rimodulato

[Torna su]

Il bonus natalità o bonus bebè è stato modificato dall'art. 1, co. 340 della legge di bilancio 2020 (vedi anche Bonus bebè 2020), e rimodulato sia nell'importo sia per quanto riguarda le soglie economiche d'accesso (Isee) e può spettare, in applicazione del principio "universalistico", nei limiti di un importo minimo, anche per Isee superiori alla soglia di 40.000 euro o in assenza di Isee.

Resta invariata la maggiorazione del 20% dell'importo spettante nel caso di nascita o adozione di figlio successivo al primo.

Assegno di natalità, importi in base all'Isee

[Torna su]

Gli importi annui variano in base alle fasce Isee. L'assegno potrà essere erogato per massimo 12 mensilità. Vediamo come varia in relazione all'Isee:

- Isee non superiore a 7.000 euro annui l'assegno di natalità è pari a 1.920 euro annui o 2.304 euro annui in caso di figlio successivo al primo; ossia, rispettivamente, a 160 euro al mese (primo figlio) o 192 euro al mese (figlio successivo al primo);

- Isee superiore a 7.000 euro annui, ma non superiore a 40.000 euro, l'assegno di natalità è pari a 1.440 euro annui o 1.728 euro annui in caso di figlio successivo al primo; ossia, rispettivamente, 120 euro al mese (primo figlio) o 144 euro al mese (figlio successivo al primo);

- Isee superiore a 40.000 euro l'assegno di natalità è pari a 960 euro annui o 1.152 euro annui in caso di figlio successivo al primo; ossia, rispettivamente, 80 euro al mese (primo figlio) o 96 euro al mese (figlio successivo al primo).

Bonus bebè, come presentare la domanda

[Torna su]

La domanda per richiedere il bonus bebè deve essere inoltrata esclusivamente in via telematica all'Inps, entro 90 giorni dalla nascita oppure dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare a seguito dell'adozione o dell'affidamento preadottivo.

L'istanza, inoltre, deve essere corredata dal modulo "SR163", denominato "Richiesta di pagamento delle prestazioni a sostegno del reddito".

Bonus bebè riconosciuto anche in assenza di modello Isee 2020

[Torna su]

Secondo la circolare dell'Inps, nel caso in cui non fosse stata presentata una nuova Dsu una Dsu senza i dati del bambino per il quale l'assegno e richiesto, l'assegno di natalità verrà ugualmente corrisposto. Alle famiglie che non presenteranno il modello Isee il bonus bebè non sarà più sospeso, ma verrà invece riconosciuto l'importo minimo spettante, pari ad 80 euro al mese o 96 euro nel caso di figlio successivo al primo. In questi casi, il possesso degli ulteriori requisiti (relazione di genitorialità, convivenza con il minore, ecc.) dovrà essere autodichiarato nella domanda di prestazione con assunzione di responsabilità del richiedente in caso di dichiarazioni false e mendaci. Nel caso di presentazione successiva del modello Isee, l'importo dell'assegno potrà essere integrato della differenza eventualmente spettante nel caso di collocazione in uno scaglione che prevede l'erogazione di una somma maggiore.

Scarica pdf circolare Inps n. 26/2020
Vedi anche:
Bonus Bebè
Articoli sul bonus bebè
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: