Sei in: Home » Articoli

Infortunio sul lavoro in nero

Condividi
Seguici

L'infortunio sul lavoro in nero è indennizzabile al pari di qualsiasi altro infortunio, se sussistono le condizioni previste in generale dalla legge
incidente infortunio

di Valeria Zeppilli - Il lavoratore che presta la propria attività "in nero", ovverosia senza avere alla base un contratto di lavoro, è comunque garantito rispetto all'eventuale infortunio del quale resti vittima durante lo svolgimento della prestazione.

  1. Infortuno del lavoratore in nero: automaticità delle prestazioni
  2. Lavoro in nero: il rifiuto di indennizzo
  3. Quando l'infortunio sul lavoro in nero non è indennizzabile

Infortuno del lavoratore in nero: automaticità delle prestazioni

Nel nostro ordinamento giuridico vige in fatti il cd. principio di automaticità delle prestazioni, in forza del quale, se sussistono tutti i requisiti oggettivi e soggettivi previsti dal d.p.r. n. 1124/1965 (testo unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali), l'Inail garantisce l'indennizzo al lavoratore che abbia subito un infortunio anche se si è di fronte a un'ipotesi di lavoro in nero.

Lavoro in nero: il rifiuto di indennizzo

È chiaro, in ogni caso, che prima di corrispondere l'indennizzo, l'Inail effettuerà tutti i controlli necessari per accertare l'effettività dell'infortunio sul lavoro e per verificare di non trovarsi di fronte a un'ipotesi di frode o abuso.

Se il lavoratore in nero infortunato reputa non fondati i motivi per i quali l'Istituto, all'esito di tali accertamenti, abbia ritenuto di non essere obbligato a liquidare alcunché, potrà opporsi con raccomandata a/r o con lettera della quale abbia ritirato ricevuta, precisando i motivi per i quali non ritiene giustificabile tale provvedimento. L'opposizione va proposta entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione dell'Inail e se la stessa non riceve riscontro nei successivi 60 giorni o riceve un riscontro insoddisfacente può procedersi con l'azione giudiziaria.

Quando l'infortunio sul lavoro in nero non è indennizzabile

Resta fermo che l'infortunio sul lavoro in nero, come qualsiasi altro infortunio, non è indennizzabile se non supera i tre giorni di prognosi o se non è in alcun modo collegato al rapporto di lavoro, oltre che se si tratta di infortunio simulato o aggravato dal lavoratore.

Leggi anche L'infortunio sul lavoro quando il dipendente non è in regola

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(15/05/2019 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» La Famiglia nel Diritto: 3 Crediti Formativi per avvocati
» Arriva l'avvocato istruttore
» Il patto commissorio - guida legale
» Mantenimento: niente reato per il padre che riduce da s l'assegno al figlio
» La Famiglia nel Diritto: 3 Crediti Formativi per avvocati

Newsletter f t in Rss