Tra le più diffuse ipotesi di assicurazione obbligatoria vi è la RCA, ma ad essa si affiancano, ad esempio, anche quelle per avvocati e casalinghe
uomo di affari si protegge con un ombrello

di Valeria Zeppilli - La decisione di stipulare un contratto di assicurazione non è sempre frutto di una libera scelta dei cittadini ma, in alcuni casi, si trasforma in un vero e proprio obbligo di legge.

L'ipotesi più nota, e che riguarda quasi tutti, è quella dell'assicurazione obbligatoria RCA.

Assicurazione RCA

[Torna su]

La RCA è un'assicurazione che copre il rischio di responsabilità civile dei veicoli a motore che, per poter poter legittimamente circolare o sostare su una strada pubblica, devono esserne dotati.

La tutela obbligatoria si estende ai danni cagionati a terzi dal veicolo assicurato, mentre non copre i danni subiti da quest'ultimo o dal suo conducente (che potrà comunque aggiungere delle apposite garanzie a ciò dedicate).

Assicurazione obbligatoria: il certificato di assicurazione

[Torna su]

La regolare assicurazione del veicolo, da qualche anno, non va più attestata mediante l'esposizione del contrassegno sul parabrezza dell'auto, ma è sempre obbligatorio portare con sé il certificato di assicurazione da mostrare a richiesta alle autorità che effettuino i controlli sull'assolvimento dell'obbligo assicurativo.

Circolazione di un veicolo privo di assicurazione obbligatoria

[Torna su]

A prevedere l'obbligo della RCA è l'articolo 193 del codice della strada, che stabilisce anche quali sono le sanzioni applicabili a chi non vi adempia.

In particolare, è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma che va da 849 euro a 3.396 euro, raddoppiata se la violazione è commessa almeno due volte in due anni (circostanza che determina anche la sospensione della patente) e dimezzata se l'assicurazione è resa operante nei quindici giorni successivi alla sua scadenza o se l'interessato, entro trenta giorni, provvede alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo.

Incidente causato da un veicolo senza assicurazione obbligatoria

[Torna su]

Se il veicolo privo di assicurazione obbligatoria cagiona un sinistro, i terzi danneggiati sono tutelati dal Fondo di garanzia per le vittime della strada, che provvede al risarcimento (salvo poi recuperare quanto pagato dal responsabile civile).

Assicurazione obbligatoria: altre ipotesi

[Torna su]

Altre ipotesi di assicurazione obbligatoria riguardano, ad esempio:

  • gli avvocati, tenuti ad assicurarsi per il rischio di responsabilità professionale
  • i lavoratori, che soggiacciono all'assicurazione obbligatoria INAIL contro gli infortuni
  • i medici, tenuti a stipulare un'assicurazione RC.

Assicurazione obbligatoria casalinghe

Un'ipotesi particolare di assicurazione obbligatoria è quella che riguarda le casalinghe, o più precisamente tutti i soggetti di età compresa tra i 18 e i 67 anni compiuti che svolgono senza vincoli di subordinazione lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa e prestano lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo.

La copertura riguarda gli infortuni verificatisi in ambito domestico.

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

(06/02/2020 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Coronavirus: mutui sospesi anche per professionisti e autonomi
» Coronavirus e diritto di visita ai figli in altro comune