Sei in: Home » Articoli

Separazione: addebito alla moglie che tradisce in camera da letto. Ma non sempre l'infedeltà equivale a colpa

La rilevanza delle modalità in cui avviene il tradimento e i casi in cui tradire può essere o non essere causa di addebito
Concetto di tradimento

di Valeria Zeppilli – Come abbiamo più volte avuto modo di affermare, il tradimento non costituisce, di per sé, causa di addebito della separazione se non rappresenta il fattore scatenante della crisi coniugale ed intervenga quindi in una crisi già in atto (v. Cassazione: il tradimento non giustifica l'addebito della separazione, ma ci sono delle eccezioni).

Ed è proprio su questo che si gioca la battaglia per l'addebito della separazione: il tradimento è avvenuto prima o dopo la fine del profondo legame affettivo sussistente tra i coniugi?

C'è una ipotesi però in cui il traditore non ha scampo: quello in cui il "misfatto" sia avvenuto nella camera da letto coniugale. In tal caso l'affronto è tale da non poter essere posto in secondo piano data la particolare offensività della condotta rispetto all'altro coniuge.

In una sentenza del 2014 (sentenza numero 7410 del 28 marzo 2014) la Cassazione fece scattare l'addebito della separazione nei confronti di una donna che aveva più volte incaricato la cameriera di famiglia di controllare attraverso le telecamere che il marito non rientrasse in casa mentre la padrona di casa si incontrava insieme al nuovo compagno nella camera da letto coniugale. Tale condotta apparve gravemente ingiuriosa per il marito, anche a causa del coinvolgimento di terze persone.

Successivamente la stessa Corte, con ordinanza numero 25337 del 16 dicembre 2015, ha ritenuto addebitabile una separazione anche per via di un tradimento "falso", confessato al compagno solo per ferirlo.

Insomma a fronte di un tradimento, le conseguenze legali non sono affatto scontate. A parte le questioni di carattere probatorio (si veda: Gassani, quando il tradimento si scopre su Facebook ed anche Cassazione: le voci di paese non bastano a provare il tradimento - Separazione: scatta l'addebito per il padre "fedifrago", se la figlia testimonia sul suo tradimento) ci sono diverse circostanze che possono di volta in volta indurre i magistrati a considerare il tradimento come ragione di addebito oppure no.

Ecco ad esempio alcune sentenze secondo cui il tradimento può considerarsi "giustificato":

» Tradimento: niente addebito al marito fedifrago se lei ha denigrato le sue doti professionali

» Perché ci sia addebito per infedeltà del coniuge va stabilito quando il tradimento si inserisce nel ménage matrimoniale

» Cassazione: il fatto che lui è un habitué dei night-club non giustifica la moglie fedifraga. A lei l'addebito della separazione

» Il tradimento non giustifica l'addebito della separazione, ma ci sono delle eccezioni

» Nessun addebito all'ex che tradisce se il tradimento è conseguenza della crisi di coppia

Al contrario ecco alcuni casi in cui secondo la Cassazione il tradimento può comportare l'addebito:

» Va addebitata la separazione al coniuge 'abituè' del tradimento
» L'abitudine di dormire in camere separate non è indice di crisi familiare e non giustifica il tradimento
» Marito fedifrago e moglie vendicativa. A chi va addebitata la separazione? Ce lo spiega la Cassazione

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(12/06/2016 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il reato di ricettazione
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF