La disoccupazione agricola è una particolare indennità a cui hanno diritto i lavoratori agricoli dipendenti rimasti senza lavoro e le figure equiparate
campo di girasoli con spaventapasseri

Cos'è la disoccupazione agricola

[Torna su]

La disoccupazione agricola è un'indennità che viene pagata dall'Inps ai lavoratori agricoli dipendenti e alle figure a questi equiparate, che restano senza lavoro per cause indipendenti dalla loro volontà.

A chi spetta

[Torna su]

La disoccupazione agricola spetta a tutti coloro che possono essere inquadrati nelle seguenti figure lavorative:

  • operai agricoli a tempo indeterminato;
  • operati agricoli a tempo determinato;
  • compartecipanti familiari;
  • piccoli coloni;
  • piccoli coltivatori diretti che integrano volontariamente fino a 51 i giorni di iscrizione negli elenchi nominativi.

Durata dell'indennità e giornate da detrarre

[Torna su]

L'indennità di disoccupazione agricola viene riconosciuta nella misura dei giorni lavorati fino a un massimo di 365 giornate. Da queste si devono detrarre i giorni:

  • di lavoro come dipendente agricolo e non agricolo;
  • di lavoro proprio agricolo e non agricolo;
  • indennizzati a titolo di malattia, infortunio, indennità, ecc...;
  • non indennizzabili perché ad esempio il lavoratore agricolo è espatriato definitivamente.

Requisiti richiesti

[Torna su]

Hanno diritto alla disoccupazione agricola coloro che:

  • sono iscritti negli elenchi dei lavoratori agricoli nell'anno in cui presentano domanda o che hanno un rapporto a tempo indeterminato per una parte dell'anno della prestazione;
  • sono in possesso di almeno due anni di anzianità nell'assicurazione contro la disoccupazione involontaria;
  • hanno almeno 102 giorni di contributi nei due anni anteriori alla presentazione della domanda.

Come fare domanda

[Torna su]

La domanda per ottenere la disoccupazione agricola può essere presentata nei seguenti modi:

  • accedendo ai servizi telematici Inps dedicati a chi è munito di Pin dispositivo utilizzando il modulo telematico apposito;
  • rivolgendosi al numero verde 803164 da fisso o al 16164164 da mobile se non si dispone del Pin dispositivo;
  • chiedendo assistenza a Caf, Patronati, associazioni di categoria o professionisti autorizzati all'invio telematico delle domande.

Scadenza 2020 per fare domanda

[Torna su]

Il decreto Cura Italia ha fissato il termine entro cui presentare la domanda, pena la non ammissibilità della misura, nella data del 1° giugno 2020. In caso di decesso del lavoratore nel 2019 la domanda può essere inoltrata negli stessi termini dagli eredi.

Normalmente per presentare la domanda si ha tempo dal 1° gennaio ed entro il 31 marzo dell'anno successivo a quello in cui si è verificato l'evento della disoccupazione, a pena di decadenza.

Leggi anche:

- La disoccupazione

- Assegni familiari e disoccupazione agricoli: domande online

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: