Sei in: Home » Articoli

Verbale di pignoramento mobiliare

Condividi
Seguici

Ecco una formula da utilizzare, a disposizione degli ufficiali giudiziari, per redigere un verbale di pignoramento mobiliare aggiornato alle più recenti novità
agente riscossione equitalia pignora casa debitore che sviene

Si riporta qui di seguito un facsimile aggiornato di verbale di pignoramento mobiliare scaricabile anche in pdf.

Vedi anche la guida Il pignoramento mobiliare

Fac-simile verbale pignoramento mobiliare

Tribunale di _________

U.N.E.P.

Verbale di pignoramento mobiliare

In data odierna ______________alle ore _________nel Comune di __________ via ___________n.____, su richiesta del creditore pignorante sig. ____________ (C.F.: ____________), domiciliato in ___________ via _____________ n. ___, presso lo studio dell'Avv. ________________, che lo rappresenta e difende, e nei confronti del debitore esecutato sig. ____________ (C.F.: _________________),

- premesso che il sig. ____________ è creditore verso il sig. ___________ della somma di euro ________ in forza di sentenza esecutiva emessa da ___________ in data __________ / decreto ingiuntivo emesso da _______________ in data _____/ scrittura privata autenticata in data _______________/ … ;

- visto l'atto di precetto notificato, in data ____________, con il quale il sig. ________ intimava al sig. _______ di pagare entro 10 giorni la somma complessiva di Euro _______, pena l'esecuzione forzata;

io sottoscritto Ufficiale Giudiziario in servizio presso l'U.N.E.P. della Corte di appello di ____________, munito dei titoli esecutivi e del precetto, mi sono recato nel luogo suindicato ed ivi:

- ho rinvenuto il sig. __________, debitore esecutato/persona di famiglia/addetta alla casa/all'azienda del debitore esecutato, al quale ho reso noti la mia qualifica e lo scopo dell'accesso;

- non avendo ottenuto il pagamento di quanto dovuto, redigo verbale di pignoramento positivo e procedo al pignoramento dei seguenti beni ____________ dei quali allego rappresentazione fotografica/ometto rappresentazione fotografica, per mancanza di mezzi idonei;

- determino approssimativamente il presumibile valore di realizzo in Euro ____________ / visto l'art. 518, comma 1, c.p.c., ritengo utile nominare uno stimatore / letta la richiesta del creditore procedente nomino quale esperto stimatore __________ il quale giura di bene e fedelmente procedere alla stima e che procederà a definire i presumibili valori di realizzo dei beni pignorati in data odierna entro il ______________

Firma dello stimatore per accettazione della nomina

____________________________

- ritenuto opportuno differire le operazioni di stima, in forza di quanto previsto dall'articolo 518, comma 2, c.p.c., rinvio le operazioni di individuazione definitiva dei beni da pignorare al giorno _____________________

- ai sensi dell'articolo 518, comma 4, c.p.c., do le seguenti disposizioni per conservare le cose pignorate:

- i beni pignorati sono trasportati presso ____________ in _____________ via _______ n. ___ / lasciati in consegna al debitore esecutato che viene nominato custode e reso edotto che l'articolo 388, comma 6, c.p., prevede la reclusione da due mesi a due anni e la multa da 30 a 309 euro per il debitore che sottragga, sopprima, distrugga, disperda o deteriori una cosa di sua proprietà sottoposta a;

- i beni sopra descritti vengono affidati al custode sig. ________ nato a ____________ il _________ e residente in ______ via ____________ n. _____ (C.F.:_________________) che è stato reso edotto delle responsabilità di legge e dell'obbligo di tenere i beni a disposizione di giustizia e che ha dichiarato di accettare l'incarico chiedendo un compenso che riconosco debba essergli corrisposto

Firma del custode per accettazione della nomina

_____________________

- poiché i beni assoggettati a pignoramento sono insufficienti a soddisfare il credito o appare manifesta la lunga durata della liquidazione, ai sensi dell'articolo 492, comma 4, c.p.c., invito il debitore esecutato a indicare altri beni utilmente pignorabili di sua proprietà, i luoghi in cui si trovano o le generalità dei terzi debitori, con avvertimento che, ai sensi dell'articolo 388, comma 3, c.p., per il debitore, l'amministratore, direttore generale o liquidatore della società debitrice che, invitato dall'ufficiale giudiziario a indicare le cose o i crediti pignorabili omette di rispondere nel termine di quindici giorni o effettua una falsa dichiarazione è prevista la pena della reclusione fino ad un anno o della multa fino a Euro 516,00.

In forza del predetto invito, il debitore esecutato dichiara:

….

Firma del debitore esecutato

_________________

In virtù della precedente dichiarazione, avviso il debitore esecutato che, ai sensi dell'articolo 492, comma 5, c.p.c.:

- se sono indicate cose mobili, queste, dal momento della dichiarazione, si intendono pignorate anche agli effetti dell'art. 388, comma 3, c.p., che prevede la pena della reclusione fino a un anno e della multa fino a 309 euro per chi sottrae sopprime, distrugge, disperde o deteriore una cosa di sua proprietà sottoposta a pignoramento;

- se sono indicati crediti o cose mobili in possesso di terzi, il pignoramento si considera perfezionato nei confronti del debitore esecutato dal momento della dichiarazione e questi è costituito custode della somma o della cosa anche agli effetti dell'art. 388, comma 4, c.p., quando il terzo, prima che gli sia notificato l'atto di cui all'art. 543 c.p.c., effettua il pagamento o restituisce il bene, e se sottrae quanto pagato o sopprime, distrugge, disperde o deteriora il bene restituito, è punito con la reclusione da due mesi a due anni e la multa da 30 a 309 euro;

- ingiungo al debitore esecutato, in forza di quanto previsto dall'articolo 492, comma 1, c.p.c., di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito i beni assoggettati all'espropriazione e i frutti di essi;

- avviso altresì il debitore esecutato del fatto che:

ai sensi dell'articolo 495 c.p.c. può chiedere che le cose pignorate siano sostituite con una somma di denaro pari all'importo dovuto al creditore pignorante e ai creditori intervenuti, comprensivo di capitale, interessi e spese, oltre che delle spese di esecuzione, purché depositi in cancelleria a pena d'inammissibilità prima che sia disposta la vendita o l'assegnazione a norma dell'art. 530 c.p.c., un'apposita istanza e una somma pari almeno a un sesto dell'importo del credito per cui è stato eseguito il pignoramento e dei crediti dei creditori intervenuti indicati nei rispettivi atti di intervento, dedotti i versamenti effettuati di cui deve essere data prova documentale;

ai sensi dell'articolo 615, comma 2, c.p.c., l'opposizione all'esecuzione è inammissibile se è proposta dopo che è stata disposta la vendita o l'assegnazione, a meno che non sia fondata su fatti sopravvenuti o l'opponente non dimostri di non averla potuto proporre tempestivamente per causa a lui non imputabile;

- invito il debitore esecutato ad effettuare la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio in uno dei comuni del circondario presso la cancelleria del Tribunale di ___________, avvertendolo che in difetto o in caso di irreperibilità presso la residenza che ha dichiarato o il domicilio che ha eletto, le successive notifiche o comunicazioni a lui dirette saranno effettuate presso la cancelleria dello stesso Tribunale di_________;

- non essendo presente il debitore esecutato, ai sensi dell'articolo 518, comma 5, c.p.c. lascio al sig. ________, che è persona di famiglia/addetta alla casa/all'azienda del debitore esecutato, avviso dell'ingiunzione, degli avvisi e dell'invito che precedono;

- letta l'istanza del creditore procedente, ai sensi dell'articolo 492, comma 7, c.p.c., invito il debitore, quale imprenditore commerciale, ad indicarmi il luogo in cui sono tenute le scritture contabili.

A tale proposito, il debitore esecutato mi dichiara che _____________________.

Firma del debitore esecutato

__________________

Di conseguenza, nomino _____________ affinché esamini le scritture contabili per individuare cose e crediti utilmente pignorabili che appartengono al debitore, con i poteri previsti dalla legge e fissandogli termine per la trasmissione della relazione informativa pari a _______ giorni decorrenti dalla comunicazione del presente atto di nomina, ponendo a carico del creditore procedente istante l'onere della relativa notifica.

Luogo, data___________

Firma dell'Ufficiale Giudiziario

_________________

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(19/08/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: la Cassazione torna indietro di mezzo secolo!
» Risarcito con 15mila euro ogni migrante respinto illegalmente

Newsletter f t in Rss