Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pensione di cittadinanza più bassa per chi ha casa

Nel cantiere della manovra, spuntano i paletti alle pensioni di cittadinanza. L'aumento dell'assegno infatti non sarà generalizzato e seguirà le stesse regole del reddito di cittadinanza
donna anziana che guarda nel binocolo

di Redazione - Pensione di cittadinanza e quota 100. E ancora: reddito di cittadinanza, addio Fornero e rientro dei cervelli, spending review. Sono i capitoli presenti nella Nadef, la nota di aggiornamento al Def che è stata diffusa dal Mef e ufficialmente trasmessa dal Governo a Montecitorio per essere esaminata giovedì 11 ottobre.

Leggi anche Manovra: tutti i punti del Def

Pensione di cittadinanza, stesse regole del reddito

Sul fronte pensioni, trova conferma quella di cittadinanza con l'aumento a 780 euro degli assegni più bassi. Tuttavia, l'aumento non sarà generalizzato ma seguirà le stesse regole del reddito di cittadinanza. Quindi anche per tale misura si terrà conto, del reddito familiare misurato attraverso l'Isee e, soprattutto, del possesso di un'abitazione di proprietà che farà scendere l'importo dell'assegno.

Dai 780 euro, difatti, anticipa Il Messaggero, dovrà sottrarsi un "affitto figurativo" che per il reddito di cittadinanza è calcolato in modo forfettario (una cifra che oscilla tra 280 e 380 euro mensili) in base alla composizione del nucleo familiare.

Pensioni quota 100

Tra le altre novità, figura sempre la "quota 100" per poter lasciare il lavoro ma con due paletti: l'aver compiuto 62 anni di età e l'aver versato almeno 38 anni di contributi.

Vai alla guida Pensioni quota 100

(06/10/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Manovra e decreto fiscale: le novità punto per punto
» Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019

Newsletter f g+ t in Rss