Sei in: Home » Articoli

Pensioni: quali conseguenze se si non presenta il modello Red?

Chi deve ricordarsi di presentare il modello Red e cosa accade se non si provvede
marito e moglie anziani che contano risparmi

Il modello RED è il modello che i pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito devono utilizzare per adempiere al loro obbligo di dichiarare i propri redditi (ed eventualmente quelli dei familiari) all'Inps al fine di verificare il diritto alle prestazioni collegate al reddito che percepiscono.

Leggi anche la guida Modello Red: che cos'è e chi deve presentarlo

Chi è tenuto a presentare il modello RED?

L'onere di presentare la dichiarazione della situazione reddituale grava interamente in capo ai pensionati, che devono ricordarsi autonomamente di provvedere a tale adempimento: l'Istituto, infatti, non invia alcuna comunicazione cartacea per richiedere il RED.

È quindi importante innanzitutto capire chi è tenuto a presentare tale dichiarazione. In particolare si tratta:

  • dei pensionati che non hanno redditi (propri e, in caso, dei familiari) ulteriori rispetto a quello da pensione, se la loro situazione reddituale si è modificata rispetto a quella che era stata dichiarata l'anno precedente,
  • di coloro che percepiscono prestazioni collegate al reddito e che non comunicano integralmente all'amministrazione finanziaria tutti i redditi sulle prestazioni, in quanto inifluenti sulle prestazioni e perché non devono essere comunicati con la dichiarazione dei redditi all'Agenzia delle Entrate (si pensi ai casi degli interessi bancari e postali, del lavoro dipendente prestato all'estero, dei proventi di quote di investimento e così via),
  • di coloro che sono esonerati dall'obbligo di presentazione all'Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi e che sono in possesso di redditi ulteriori rispetto a quelli da pensione (come ad esempio il reddito da abitazione principale),
  • di coloro che sono titolari di determinate tipologie di redditi rilevanti ai fini previdenziali, che sono dichiarati in maniera diversa ai fini fiscali all'Agenzia delle Entrate (si pensi ai redditi derivanti da collaborazione coordinata e continuativa o da lavoro autonomo).

I pensionati residenti in Italia che beneficiano delle prestazioni collegate al reddito e che hanno già dichiarato all'Agenzia delle Entrate tutti i loro redditi (ed eventualmente quelli dei familiari) non devono presentare la dichiarazione reddituale, in quanto l'Inps acquisisce le informazioni rilevanti direttamente dall'Agenzia delle Entrate o da altre banche dati delle pubbliche amministrazioni.

Quali sanzioni per chi non presenta il modello Red?

Ciò premesso, se chi è tenuto a presentare il modello RED non vi provvede, l'Inps sospende le prestazioni collegate al reddito per 60 giorni; se il pensionato non ottempera neanche nei 60 giorni successivi provvedendo a una dichiarazione tardiva, le prestazioni sono revocate in via definitiva con recupero delle somme erogate nel corso dell'anno di riferimento della dichiarazione omessa.

Ad esempio, per chi non ha presentato il modello Red entro il 31 marzo 2017, la prestazione è stata sospesa a partire dal 1° gennaio 2018. Entro il 1° marzo 2018, tuttavia, ci si potrà ravvedere presentando la dichiarazione tardivamente per evitare la revoca. In tal caso la prestazione inizierà nuovamente a decorrere.

Suggerisci un nuovo argomento per la rubrica: domande e risposte
Rubrica Domande e Risposte

(02/01/2018 - Domande e Risposte) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Parcheggiare male è reato?
» Cassazione: per il colpo di frusta serve sempre la radiografia
» Quando gli eredi non devono pagare i debiti?
» Calcola il codice fiscale online
» Cassazione: il genitore disoccupato non è esonerato dall'obbligo di mantenere i figli


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss