Sei in: Home » Articoli

Figli: come ottenere il "bonus palestra"

I chiarimenti delle Entrate sulle detrazioni per le spese sportive
bambini in palestra a scuola
di Gabriella Lax - C'è anche un bonus per le spese sportive riservato agli under 18. Dopo le somme per la scuola, gli impianti di videosorveglianza, tra le detrazioni ammesse nel modello 730 compaiono anche le spese per attività sportive praticate dai ragazzi di età compresa tra cinque e diciotto anni. La detrazione spetta, nella misura del 19%, per l'iscrizione annuale e l'abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica. Come spiega la circolare 7/E/2017 pubblicata dall'Agenzia delle Entrate (qui sotto allegata), la detrazione si calcola su un ammontare massimo di spesa pari a 210 euro per ogni soggetto fiscalmente a carico. L'importo deve essere inteso come limite massimo riferito alla spesa complessivamente sostenuta da entrambi i genitori, per lo svolgimento della pratica sportiva dei figli. 
L'Agenzia chiarisce che la spesa deve essere documentata attraverso bollettino bancario o postale, fattura, ricevuta o quietanza di pagamento. La documentazione del caso deve contenere: la ditta, la denominazione o ragione sociale ovvero cognome e nome (se persona fisica) e la sede ovvero la residenza nonché il codice fiscale del percettore (associazioni sportive, palestre, ecc.); la causale del pagamento (iscrizione, abbonamento ecc.); l'attività sportiva esercitata (es. nuoto, pallacanestro ecc.) e l'importo pagato; nonché i dati anagrafici del ragazzo praticante l'attività sportiva dilettantistica e il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento. 
Infine, il documento enuclea le detrazioni non previste: come le spese sostenute per l'attività sportiva praticata presso associazioni che non rientrano nella definizione di "sportiva dilettantistica", quali quelle che non hanno ottenuto il riconoscimento del Coni o delle rispettive Federazioni sportive nazionali o enti di promozione sportiva; società di capitali di cui alla legge n. 91 del 1981 (sport professionistico); associazioni non sportive (ad esempio associazioni culturali) che organizzano corsi di attività motoria non in palestra.
Circolare Agenzia Entrate n. 7/E/2017
(14/04/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Bollette gas: dal 1° gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato

Newsletter f g+ t in Rss