Esecutivo al lavoro sulla Super Ape, un elenco di lavori gravosi che potranno uscire a partire dai 63 anni con una quota di contributi da definire
ape con bacchetta indica lavagna concetto pensione

Pensioni, Super Ape: che cos'è?

[Torna su]

Per le pensioni c'è da superare il grande scoglio di quota 100. Da qui l'idea del Governo Draghi, al lavoro per una cosiddetta Super Ape. L'Esecutivo si prepara a superare lo scalone della legge che permette di andare in pensione a partire dai 62 anni con 28 di contributi dopo il 31 dicembre 2021. Si pensa di istituire un elenco di lavori gravosi per i quali sarà possibile ritirarsi a partire dai 63 anni. Una prima tranche sembra aver allargato a 203 le mansioni pesanti. Si punta a consentire a più lavoratori di anticipare la pensione, grazie all'indennità ponte chiamata Ape sociale, al massimo 1.500 euro lordi al mese, a 63 anni con 36 di contributi, sempre che si sia svolta quella mansione per sei anni negli ultimi sette o sette anni negli ultimi dieci.

Ape sociale, dati e prospettive

[Torna su]

Come chiarisce La Repubblica, tra il 2017 ed il 2020 sono stati i 4.300 lavoratori che hanno usufruito dell'Ape sociale. A cui si sommano quelli della categoria "precoci" (20mila persone) che sono impegnati in lavori pesanti iniziati quando erano ancora minorenni e che hanno pagato almeno 41 anni di contributi. Negli ultimi quattro anni sono state anche respinte il 61% delle domande presentate.

La lista non comprendeva gli operatori socio assistenziali (Osa) ma non i socio sanitari (Oss). Il nuovo elenco dell'Inail applica ai mestieri identificati dal mansionario di Istat tre indici: frequenza degli infortuni rispetto alla media, numero di giornate medie di assenza per infortunio, numero di giornate medie di assenza per malattia. considerando la lavoratori tra 56 e 63 anni: ecco 108 mansioni "gravose" relative a 26 classi professionali divise in due blocchi. Il primo blocco presenta tutti e tre gli indici sopra la media. Il secondo due indici su tre. Si tratta di mezzo milioni di lavoratori ma non è questo il numero di persone che potrà usufruirne perché oltre ai 63 anni di età occorrerà anche avere 36 anni di contributi.

Ape sociale, l'elenco mansioni dell'Inail

[Torna su]

Nell'elenco Inail ci sono 92 classi professionali, di cui le prime 27 identificate come gravose, vanno anche aggiunte due mini liste di cosiddetti "codici rossi" e "codici bianchi". Ibridi ossia «mansioni gravose, affini alle attuali coperte dall'Ape sociale, ma sin qui escluse». Tra queste ci sono per esempio gli operatori socio sanitari, ma anche conducenti di bus e tram, insegnanti delle elementari, portantini, forestali, magazzinieri.

Il governo si sta muovendo e tra le proposte della commissione: scendere a 30 anni di contributi come requisito, almeno per gli edili, prolungare l'Ape al 2026, togliere l'attesa di 3 mesi dopo la Naspi per accedere all'Ape, norme di vantaggio per donne, lavoro notturno e disoccupati di lunga durata.

Vedi anche:
Novità pensioni: ultime notizie
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: