La Terza Sezione della Cassazione Civile con la sentenza n°1688 pubblicata il 27.01.2010 afferma a chiare note il principio che ai fini risarcitori non ha rilievo la circostanza che l'esborso per le riparazioni al veicolo non sia stato ancora effettuato. "Più in particolare - sono le parole dell'Estensore Dott. Angelo Spirito - è stato affermato che, poiché il risarcimento del danno si estende agli oneri accessori e conseguenziali, se esso è liquidato in base alle spese da affrontare per riparare un veicolo, il risarcimento comprende anche l'IVA, pur se la riparazione non è ancora avvenuta". Gli Ermellini chiariscono, però, che tale principio è valido "a meno che il danneggiato, per l'attività svolta, abbia diritto al rimborso o alla detrazione dell'IVA versata". La pronuncia, asciutta e priva di voli pindarici, termina con un cenno al cosiddetto fermo tecnico: la Corte regolatrice opina che è possibile la liquidazione equitativa di detto danno anche in assenza di prova specifica, rilevando a tal fine la sola circostanza che il danneggiato sia stato privato del veicolo per un certo tempo. Sarà opportuno tornare in tema perché la questione merita un approfondimento.

Altri articoli di Paolo Storani | Law In Action | Diritti e Parole | MEDIAevo | Posta e risposta
Condividi
Feedback

(01/02/2010 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilit civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
In evidenza oggi: