Ai fini del diritto all'esenzione del ticket sanitario i redditi di due coniugi separati vanno sommati? Vediamo cosa dice la legge

Esenzione ticket

[Torna su]

Il nostro ordinamento prevede l'esenzione sanitaria in presenza di motivi reddituali, malattie rare o croniche, condizioni d'invalidità o di gravidanza.

L'esenzione per reddito permette in particolare di sottoporsi, a costo zero, a tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e specialistiche ambulatoriali garantite dal Servizio sanitario nazionale.

Per conoscere l'esenzione relativa all'acquisto dei farmaci è necessario rivolgersi alla propria Asl o Regione di residenza, visto che in materia la normativa è assai variegata. In genere però diversi farmaci, per ragioni legate al reddito, vengono forniti gratuitamente.

Esenzione per reddito

[Torna su]

Chi appartiene a un nucleo familiare con un reddito inferiore a una certa soglia, non ha sempre diritto all'esenzione. Occorre infatti considerare non solo il valore del reddito, ma anche le condizioni dei vari soggetti che fanno parte del nucleo familiare, come l'età (inferiore a 6 anni e superiore a 65) e la condizione (titolare di pensione minima, sociale o disoccupazione).

Cosa si intende per nucleo familiare?

[Torna su]

Appartenere a un nucleo familiare di cui fanno parte soggetti in determinate condizione di svantaggio per età o condizione economica non garantisce quindi sempre l'esenzione.

Per nucleo familiare valevole ai fini dell'esenzione deve intendersi quello fiscale costituito, come precisato in una pagina del ministero della Salute "dall'interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari fiscalmente a carico. E' assolutamente irrilevante il fatto che i diversi componenti convivano nella stessa abitazione. Da precisare che "Il coniuge fa sempre parte del nucleo fiscale anche se è fiscalmente indipendente o non convivente" e che per nucleo fiscale si intende anche quello composto da due soggetti dello stesso sesso legati formalmente da un'unione civile, mentre sono esclusi "i conviventi di fatto, così come individuati dalla stessa legge n. 76/2016, non fanno parte dello stesso nucleo familiare fiscale ai fini del riconoscimento del diritto all'esenzione."

I redditi dei coniugi separati si sommano ai fini dell'esenzione?

[Torna su]

Dalla definizione di reddito fiscale appena analizzata, emerge che il reddito del nucleo familiare che rileva ai fini fiscali presuppone che i coniugi non siano legalmente separati. Ne consegue che se il coniuge separato ha un suo reddito e costituisce un nucleo familiare a se stante sarà solo il suo reddito, insieme agli ulteriori requisiti previsti dalla legge, a rilevare ai fini dell'esenzione.

Leggi anche Esenzione ticket sanitario: a chi spetta?


In evidenza oggi: