Approvato alla Camera il decreto Milleproroghe che deve essere convertito definitivamente in legge entro il 1° marzo
due orologi che segnano maggiore tempo

Camera approva il Milleproroghe

Corsa contro il tempo per l'approvazione del decreto Milleproroghe che va convertito in legge entro il 1° marzo. La Camera ha dato l'ok dopo la maratona odierna con 322 voti favorevoli, 2 contrari e 31 astenuti. Ora la parola passa al Senato dove il ddl è atteso per giovedì 25, come stabilito dalla conferenza dei capigruppo.

Ecco, intanto, le novità frutto dell'esame parlamentare e soprattutto del pacchetto di misure varato dalla commissioni affari costituzionali della Camera, che spaziano dalla Cig alle cartelle esattoriali, sino a scuole, strade e università, e che ormai rimarranno tali dati i tempi ristretti per la conversione del ddl:

Cig Covid: proroga al 31 marzo 2021

Prorogati al 31 marzo 2021 i termini di decadenza per l'invio delle domande di accesso ai trattamenti di integrazione salariale, legati all'emergenza sanitaria. Medesimo termine per la trasmissione dei dati necessari per il pagamento del saldo entro il 31 dicembre 2020.

Rinvio cartelle esattoriali

Entra nel Milleproroghe il dl che prorogava al 28 febbraio i termini per alcuni adempimenti di natura tributaria (notifica di cartelle esattoriali, sospensione degli obblighi di accantonamento derivanti dai pignoramenti presso terzi su stipendi e pensioni, ecc.).

Approvato l'ordine del giorno che impegna il governo a prevedere "con il primo provvedimento normativo utile, un ulteriore differimento dei termini degli atti di accertamento, contestazione, irrogazione delle sanzioni, recupero dei crediti di imposta, liquidazione e rettifica, nonché un ulteriore proroga del termine, attualmente fissato al 1° marzo 2021".

Bonus vacanze prorogato

Proroga al 31 dicembre 2021 del bonus vacanze che potrà essere fruito quindi fino alla fine dell'anno in corso.

Digital Tax

Proroga del termine per il versamento dell'imposta sui servizi digitali al 16 marzo 2021 e dal 31 marzo al 30 aprile per quello di presentazione della relativa dichiarazione.

Maggior tutela

Prorogato anche il termine di cessazione del regime di maggior tutela che slitta quindi al 1° gennaio 2023 per i clienti finali.

Cassazionisti con le vecchie regole

Un altro anno infine per diventare "cassazionista" con le vecchie regole. Rinviata infatti di nove anni in luogo di 8, la nuova procedura prevista dalla legge professionale forense.

Scuole e università

Prorogati al 2021 alcuni termini in materia di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l'abbattimento delle barriere architettoniche a beneficio della collettività.

Sul fronte università, in deroga alle disposizioni dei regolamenti di ateneo e delle altre istituzioni di formazione superiore, l'ultima sessione delle prove finali per il conseguimento dei titoli di studio per l'anno scolastico 2019/2020 è fissata al 15 giugno 2021.

Precari Pa

Prorogato al 31 dicembre 2021, il termine entro il quale deve essere maturato il requisito minimo di 3 di contratto presso la PA che procede alla stabilizzazione del personale precario. Un anno in più anche per la stabilizzazione del personale medico, tecnico-professionale e infermieristico presso gli enti ed aziende del SSN.

Elezioni e voto elettronico

Proroga del termine per lo svolgimento delle elezioni degli organi delle città metropolitane, dei presidenti delle province e dei consigli provinciali; fino al rinnovo degli organi è prorogata la durata del mandato di quelli in carica. Viene differito inoltre a giugno il termine per l'adozione del decreto ministeriale, volto a disciplinare le modalità attuative di utilizzo del Fondo per l'introduzione in via sperimentale del voto elettronico.

Domiciliari per pene non superiori a 18 mesi

Prorogata, infine, al 30 aprile 2021, l'efficacia di alcune norme speciali, dettate per fronteggiare l'emergenza sanitaria negli istituti penitenziari. Si tratta delle norme relative all'ammissione al regime di semilibertà, alla concessione di permessi premio e all'esecuzione domiciliare della pena detentiva non superiore a 18 mesi.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: