Domande per un massimo di 1.200 euro. Sul sito dell'Inps le indicazioni per procedere. Ecco a chi spetta il bonus babysitter
babysitter che gioca con bambino

di Gabriella Lax - Molto atteso il bonus babysitter arriva anche per centri estivi. Mentre fino a poco tempo fa non era possibile, adesso sul sito dell'Inps c'è il modulo online per richiedere il bonus babysitter esteso anche ai centri estivi come ha stabilito il decreto Rilancio.

Bonus babysitter, chi può richiederlo

[Torna su]

Hanno diritto al bonus i lavoratori del settore privato o autonomi con bambini fino a 12 anni di età iscritti ai servizi educativi scolastici nel periodo di chiusura delle scuole e fino al 31 luglio 2020. Il nuovo provvedimento ha decretato il raddoppio dell'assegno: che si sposta da 600 a 1.200 euro (2.000 euro per gli operatori sanitari: medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sociosanitari), ma solo per chi non lo aveva ottenuto già con il Cura Italia. Inoltre, ora il bonus potrà essere speso anche per usufruire di servizi educativi territoriali, servizi della prima infanzia e nei centri ricreativi.

La domanda del bonus per i centri estivi

[Torna su]

Per presentare la domanda serve accedere in MyInps con le proprie credenziali: nella schermata per il bonus babysitter si potrà scegliere anche "Servizi integrativi per l'infanzia". Qui andranno inseriti i propri dati e quelli del figlio per il quale si vuole presentare la domanda di assegno. Il bonus è rivolto a tutte le famiglie, anche affidatarie, con figli minori di 12 anni (in caso di disabilità però il limite di età non c'è).

Limiti al beneficio

[Torna su]

Ma attenzione: il bonus spetta a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell'attività lavorativa o altro genitore disoccupato o non lavoratore. In questi casi esiste incompatibilità e divieto di cumulo. Altri casi di incompatibilità sono: con il bonus asilo nido e con il congedo parentale.

Per richiedere il bonus da utilizzare per i centri estivi, è necessario avere anche i dati della struttura scelta e un documento che comprova l'iscrizione al campus: indicando anche i periodi di iscrizione del minore al centro (minimo una settimana), che non potranno andare oltre la data del 31 luglio 2020. Inoltre, dovrà essere allegata anche la documentazione comprovante la spesa sostenuta con indicazione del relativo importo. La somma erogata sarà parametrata ai periodi di frequenza al centro estivo/servizio integrativo dichiarati nel modello di domanda. Nella procedura dovranno essere indicati la ragione sociale e la partita iva (o il codice fiscale) nonché il tipo di struttura.

Bonus, ulteriori domande

[Torna su]

Nel caso in cui le somme dovessero esaurirsi le successive istanze che pervengono all'Inps saranno ammesse e protocollate con riserva di accettazione, a condizione che restino somme disponibili. Le domande si possono presentare sul sito dell'Inps, tramite contact center o i patronati.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: