Sei in: Home » Articoli
 » scuola

A scuola di cannabis anche in Italia

Presentata a Milano la prima scuola italiana di alta formazione sul mercato della cannabis light
foglia di cannabis disegnata su lavagna con gessetto

di Gabriella Lax - La cannabis bisogna saperla coltivare per avere dei buoni "frutti". Per questo nasce la prima scuola in cui si insegna a coltivare la cannabis. Nasce a questo scopo "Cannabis Business School", la prima scuola di alta formazione sul mercato della cannabis light presentata nei giorni scorsi al Salone Internazionale della Canapa di Milano.

Che cos'è la cannabis light

La cannabis light è una variante di canapa con una concentrazione irrisoria di thc, principio attivo della marijuana, oltre sessanta volte in meno rispetto alle altre varietà olandesi o americane. Dunque colore, aroma ed aspetto identici alla cannabis normale ma non l'effetto 'stonante' dell'erba: la elevata percentuale di cannabinoidi indurrebbe solo ad uno stato di rilassatezza generale.

Ben diversa è la caratteristica dei preparati a base di marijuana per uso medicinale che in Italia possono essere prescritti dal medico per le terapie antidolore.

Leggi anche: Legalizzazione cannabis: facciamo il punto

Le varietà di "erba legale" sono 52, derivanti dalla carmagnola, originaria dell'Italia settentrionale, canapa che originariamente era usata per fare le corde navali.

La Cannabis Business School

Il successo in Italia della cannabis light ha contribuito all'attuazione del progetto che ha già coinvolto docenti italiani e stranieri e circa 300 persone tra avvocati, agricoltori e imprenditori: la Cannabis Business School, la prima scuola italiana di alta formazione che si dedica all'economia dell'oro verde.

La scuola, un'eccellenza tutta italiana, arriva mentre la commissione bilancio del Senato ha approvato il decreto legge fiscale che stabilisce finanziamenti del governo per la canapa ad uso terapeutico.

Come riporta skuola.net, a formare gli studenti, giovani e non, su come coltivare la canapa buona, ci penseranno docenti dell'Università di Napoli, accademici della Sorbona di Parigi, esponenti del Marijuana Policy Group del Colorado, ai quali si aggiungerà l'esperienza pratica di consulenti legali e agricoltori che già operano nel settore.

Il piano di studi prevede 40 ore di corso che abbracceranno tutti i temi della cannabis legale: dalle proprietà terapeutiche ai sistemi di coltivazione, fino alla legislazione italiana e il caso della liberalizzazione negli Stati Uniti.

Ai fini dell'attestazione del corso è necessaria l'iscrizione (del valore di 700 euro complessivi), la frequenza e il superamento di un test finale. La scuola provvederà anche all'inserimento dei propri studenti all'interno delle principali aziende del settore.

I corsi partiranno da Torino, Milano, Roma, Bologna e Napoli, ma saranno itineranti. Per il momento ci sono già circa 300 persone interessate: avvocati, agricoltori, imprenditori. A breve sarà possibile iscriversi sul sito della scuola (www.cannabischool.it).

(26/11/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Risarcimento danno parentale: Cassazione, spetta anche al nipote non convivente
» Bollette luce, acqua e gas prescritte in 2 anni
» Spese straordinarie per i figli: il vademecum
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile
» Gli accordi di separazione consensuale


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF