Bonus donne incinte: 800 euro per tutte

Come funziona il premio "Mamma Domani" istituito dalla legge di bilancio 2017
avvocato donna incinta al lavoro

di Marina Crisafi - È entrato in vigore dal 1┬░ gennaio, il c.d. bonus Mamma Domani istituito dall'ultima legge di bilancio. Il bonus, destinato al sostegno delle spese familiari legate all'arrivo di un nuovo figlio, va ad aggiungersi alle altre misure confermate dalla manovra nell'ambito del pacchetto famiglia.

In attesa dei decreti attuativi e delle istruzioni che disciplinino requisiti e modalità di presentazione delle domande, ecco, in linee generali, il funzionamento del bonus:

In cosa consiste il bonus Mamma Domani

Il bonus Mamma Domani o bonus Gravidanza, definito dalla legge, quale "premio alla nascita o all'adozione di minore" è una misura di sostegno destinata ad agevolare le famiglie per le spese connesse all'arrivo di un figlio (come ad esempio, le visite mediche, le analisi, o l'acquisto di beni di prima necessità, ecc.).

Il bonus è riconosciuto a partire dall'1 gennaio 2017 a tutte le future madri, "al compimento del settimo mese di gravidanza o all'atto dell'adozione".

Viene corrisposto dall'Inps, su domanda della futura madre.

Importo e requisiti

Il premio, un assegno dell'importo di 800 euro, sarà erogato in unica soluzione alla futura madre.

Inoltre, in base al dettato della legge e a differenza degli altri bonus già operativi, non "concorre alla formazione del reddito complessivo di cui all'articolo 8 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917". Per cui, dovrebbero beneficiarne tutte le mamme a prescindere dal reddito.

Gli altri bonus famiglia

La legge di bilancio nel nutrito pacchetto famiglia ha confermato, inoltre, anche per il 2017, i bonus bebè e i voucher baby sitter o asilo nido, già istituiti negli anni scorsi e ad oggi pienamente operativi (leggi: "Voucher baby sitter: via alle domande" e "Bonus bebè 2017: sospeso in presenza di omissioni Isee"). 

Ha inoltre istituito il fondo ad hoc per garantire la concessione di prestiti agevolati (erogati da banche convenzionate) alle famiglie al fine di sostenere i costi legati all'arrivo di un bambino.

Per approfondimenti leggi: "Bonus Famiglia 2017: tra conferme e novità"

(30/01/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Riforma processo civile: ecco la bozza
» Cassazione: illegittima la sentenza che liquida solo spese vive senza onorari
» Cassazione: bigenitorialitÓ non vuol dire tempi uguali coi figli
» Legge 104: congedo straordinario anche al figlio non convivente
» RcAuto, pagare a rate non conviene
Newsletter f g+ t in Rss