Bonus cultura: come richiederlo e come spenderlo

La procedura da seguire per richiedere il bonus per i 18enni e quali acquisti possono essere effettuati
donna felice con soldi in mano per bonus ricevuto

di Gabriella Lax - Cinquecento euro da spendere in buoni per cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza. E' scattato lo scorso 3 novembre il "bonus cultura" ossia la possibilità per i giovani nati nel 1998 di ottenere il bonus di 500 euro da spendere in prodotti culturali. E saranno circa 600mila i neo maggiorenni residenti in Italia che potranno beneficiare del bonus concesso dal governo.

Registrazione e Spid

Il primo passaggio per poter spendere i 500 euro è quello di ottenere lo Spid (Sistema pubblico di identità digitale) ovvero le credenziali con cui accedere ai servizi della pubblica amministrazione. C'è tempo fino al 31 gennaio 2017 per registrarsi su www.18app.it. Prima di registrarsi, però, occorre ottenere le credenziali Spid rivolgendosi a Infocert, Poste Italiane, Sielte o Tim. I quattro soggetti (che vengono chiamati Identity Provider) offrono diverse modalità di richiesta: basta andare su Spid.gov.it/richiedi-spid per trovare tutte le informazioni aggiornate su dove e come richiedere le credenziali.

Per registrarsi è necessario possedere un indirizzo email, un numero di telefono cellulare, un documento di identità valido (carta di identità o passaporto) e la tessera sanitaria (di cui potrebbe essere chiesta una foto da allegare). I ragazzi potranno completare l'identificazione anche di persona, negli uffici del provider scelto. Grazie allo Spid si può accedere a 18app.it per ottenere i buoni: l'iscrizione al sito serve per tracciare il percorso dei 500 euro. Il bonus potrà essere speso fino al 31 dicembre 2017.

Cosa acquistare

Dopo aver inserito le credenziali, si passa alla scelta del prodotto da comprare direttamente nella lista degli esercenti materiali e online. In quel momento si genera il buono che potrà essere stampato e presentato alla cassa. Sempre alla cassa potrà essere presentato il dispositivo (ad esempio smartphone o tablet), visualizzando i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode. Così facendo l'esercente potrà validare il buono attraverso l'inserimento su 18app, nella sezione dedicata agli esercenti, del suo codice identificativo e di quello del voucher, così da completare l'acquisto. Gli importi dei buoni verranno scalati dal portafoglio solo al momento della validazione da parte dell'esercente.

Nell'area autenticata dell'applicazione 18app si potrà costantemente verificare lo stato del bonus con l'importo residuo a disposizione per ulteriori acquisti e l'elenco dei buoni prenotati e validati. Gli acquisti, in ogni caso, non saranno agevoli in tutto il Paese. Solo chi vive nei centri più attivi sulla piattaforma può trarre veramente vantaggio dal bonus almeno per quel che riguarda i luoghi "fisici" che aderiscono all'iniziativa. Dunque il consiglio degli esperti è scegliere tutto quello che si può acquistare online, come i libri (e gli eBook) o i concerti.

(26/11/2016 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Migranti: dire "andate via" è discriminazione razziale
» Assegno di mantenimento: detrae solo chi versa
» Il procedimento penale davanti al giudice di pace
» Guida legale sulla responsabilità disciplinare dei magistrati
» La responsabilità penale dei magistrati

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss