Sei in: Home » Articoli

Usucapione: significato e procedura

Scheda sintetica sul significato di usucapione e sul procedimento
usucapione

Ecco una scheda sintetica sul significato dell'usucapione e sulla procedura: 

Cos'è l'usucapione

L'usucapione è un istituto giuridico civilistico che consente a chi possiede un bene da tempo di diventarne proprietario o titolare di un diritto reale minore a titolo originario. Il bene non proviene da un precedente titolare del diritto, per cui lo si usucapisce libero da vincoli, diritti di terzi e gravami.

Qual è la disciplina dell'usucapione

L'usucapione è regolamentata dagli articoli 1158 e ss. del Codice Civile, fonte primaria dei rapporti tra privati. Il legislatore con l'usucapione tutela e a valorizza il ruolo del possessore, che utilizza e conserva il bene, contrariamente al proprietario inerte.

Dopo quanti anni scatta l'usucapione?

I termini previsti dalla legge per l'usucapione variano in base al tipo di bene e alla presenza o meno di determinati requisiti soggettivi e oggettivi. Si possono infatti usucapire beni immobili (case, appartamenti, terreni, terreni agricoli) mobili, mobili iscritti nei pubblici registri, universalità di beni mobili, eredità e persino lastrici solari. Rilevante ai fini dell'usucapione è anche la modalità in cui viene esercitato il possesso (buona fede o mala fede) e l'esistenza o assenza di un titolo astrattamente idoneo a trasferire il diritto. Alcune disposizioni speciali prevedono termini particolari di usucapione relativamente ai piccoli fondi rustici con valore domenicale inferiore a una certa soglia.

Procedura di usucapione

L'usucapione del diritto di proprietà o altro diritto reale su un determinano bene sorge ex-lege, in presenza di determinati presupposti. Il possessore deve aver esercitato un possesso palese e non violento (art 1163 C.C.), continuo, non interrotto, protratto per tutto il tempo stabilito dalla legge e in buona fede. Tra questi requisiti tuttavia, i soli elementi costitutivi dell'usucapione sono il possesso e il tempo. In teoria una volta decorso in termine previsto ed esercitato il possesso il possessore diventa titolare del corrispondente diritto sul bene. In realtà, per poter opporre il proprio diritto a tutti è necessario promuovere un giudizio di accertamento per procurarsi un titolo (sentenza dichiarativa) da trascrivere nei pubblici registri.

Prova rigorosa nella procedura di usucapione

Come fare per ottenere una sentenza che dichiari l'avvenuta usucapione di un bene? Il possessore deve fornire la prova rigorosa che, con i suoi comportamenti, ha sempre manifestato la volontà di possedere come se fosse il titolare del diritto (recintando un terreno o sostituendo le serrature di un appartamento).

Legittimazione passiva nel procedimento di usucapione

La Cassazione ha precisato che nell'azione giudiziale tesa ad accertare l'intervenuta usucapione, l'unico soggetto passivo cui notificare la citazione è l'ultimo proprietario del bene. 



Per approfondimenti vai alla guida legale sull'istituto dell'usucapione

(11/09/2016 - Annamaria Villafrate)
In evidenza oggi:
» Inps: medici pagati in più se tagliano prestazioni e invalidità
» Benzina: ecco le nuove sigle
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f g+ t in Rss