Sei in: Home » Articoli

Upi e Ministero lavoro: protocollo sostegno al reddito

Secondo quanto rende noto il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, è stato siglato il 28 luglio scorso dal Ministro Sacconi e dal Presidente dell'Upi (Unione delle Province Italiane) un protocollo d'intesa per il potenziamento e la valorizzazione dei Centri per l'Impiego delle Province. Come emerge dalla nota diffusa dal Ministero, “i centri per l'Impiego delle Province diventano luoghi chiave per gli interventi anticrisi messi in campo dal Governo ed assumono a pieno titolo il ruolo di “snodo pubblico” per le politiche attive del lavoro e per l'erogazione di servizi”. In sintesi, come si legge dal Protocollo, è prevista l'erogazione dei voucher sul lavoro accessorio, l'accesso alle banche dati amministrative, l'istituzione di una cabina di regia per il monitoraggio, la valutazione e la verifica dei servizi per l'impiego provinciale, la costituzione degli osservatori provinciali sui fabbisogni di competenze e di figure professionali dei sistemi produttivi locali.
Il protocollo prevede inoltre l'attivazione di punti di informazione per l'autoimpiego e per il microcredito per i soggetti che percepiscono sostegno al reddito o svantaggiati in quanto non bancabili. Come fanno sapere i due soggetti del protocollo, ci sarà un impegno per coordinare e attuare le misure per la programmazione del FSE (Fondo Sociale Europeo).
(23/08/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF