Via con quota 102 ma solo per un anno. Le altre novità riguarderanno Opzione donna e Ape sociale. Ecco cosa c'è in programma per le pensioni nel 2022
donna anziana con occhiali

Pensione anticipata 2022 in Manovra

[Torna su]

Con Quota 100 agli sgoccioli ecco trovata in Legge di bilancio una soluzione per i pensionamenti, ma solo temporanea. Nella Manovra approvata in Consiglio dei ministri la soluzione per lo scivolamento dopo Quota 100, consiste nell'accedere all'indennità dell'Inps con 64 anni di età e 38 di contributi. Nello specifico il testo (che dovrà passare in Parlamento) prevede, come si legge nel testo della legge di Bilancio approvata dal Consiglio dei ministri il 28 ottobre, che «i requisiti di età anagrafica e di anzianità contributiva (...) sono determinati in 64 anni di età anagrafica e 38 anni di anzianità contributiva per i soggetti che maturano i requisiti nell'anno 2022. Il diritto conseguito entro il 31 dicembre 2022 può essere esercitato anche successivamente alle predette date».

Pensioni, uscita a 62 anni per Pmi: quando è possibile?

[Torna su]

Per una ulteriore possibilità relativa all'anticipo, addirittura a 62 anni, del pensionamento nelle piccole e medie imprese del settore privato, servirà aspettare un decreto che ne stabilisca la disciplina in base alle risorse per ora solo accantonate.

Nello specifico la dotazione consta di 200 milioni di euro per il 2022, 200 milioni per il 2023 e 200 milioni per il 2024, «destinato a favorire l'uscita anticipata dal lavoro, su base convenzionale, dei lavoratori dipendenti di piccole e medie imprese in crisi, che abbiano raggiunto un'età anagrafica di almeno 62 anni». Servirà poi un decreto del ministro per lo Sviluppo economico, di concerto con il ministro dell'Economia e delle finanze e del ministro del Lavoro e delle politiche sociali, da adottare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, saranno definiti i criteri, le modalità e le procedure di erogazione delle risorse.

Pensioni e ape sociale 2022 (anche per maestre e maestri)

[Torna su]

Sempre per le pensioni, la Manovra prevede che saranno 82 i lavori usuranti. In questi casi, per il ritiro basteranno 30-35 anni di contributi. Il governo mette da parte un miliardo, assegno massimo di 1.500 euro lordi. Alle 27 professionalità comprese in 15 diversi raggruppamenti già previste dalla legge in vigore se ne aggiungono altre 55. Avremo quindi professori di scuola primaria e pre-primaria, magazzinieri, estetisti, portantini, personale addetto alla consegna delle merci, lavoratori delle pulizie, artigiani, operai specializzati, agricoltori, personale non qualificato addetto allo spostamento e alla consegna merci, operatori di macchinari fissi in agricoltura e nella industria alimentare, operai semiqualificati di macchinari fissi per la lavorazione in serie e operai addetti al montaggio. Diverse le categorie di conduttori, compresi quelli di: veicoli, macchinari mobili e di sollevamento, mulini e impastatrici, forni e analoghi impianti per il trattamento termico dei minerali, impianti per la produzione di energia termica e di vapore, per il recupero dei rifiuti e per il trattamento e la distribuzione delle acque, impianti per la trasformazione del legno e la fabbricazione della carta, forni e altri impianti per la lavorazione del vetro, della ceramica e di materiali assimilati.

Opzione donna 2022

[Torna su]

Sempre la legge di bilancio, a proposito di Opzione donna, chiarisce «Il trattamento pensionistico è altresì riconosciuto nei confronti delle lavoratrici che entro il 31 dicembre 2021 hanno maturato un'anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni e un'età pari o superiore a 60 anni per le lavoratrici dipendenti e a 61 anni per le lavoratrici autonome». Dunque potranno incrociare le braccia le lavoratrici, pubbliche e private, dipendenti o autonome, se entro il 31 dicembre 2021 hanno compiuto 60 anni d'età (61 se autonome) e almeno 35 anni di contributi. Riceveranno la pensione calcolata con il sistema contributivo dopo una "finestra" di 12 (lavoratrici dipendenti) ovvero 18 mesi (lavoratrici autonome). Il personale delle scuole potrà fare domanda entro il 28 febbraio 2022.

Vedi anche:
Novità pensioni: ultime notizie
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: