Addebito della separazione al marito che provoca la crisi del matrimonio intrecciando una nuova relazione e sbandierandola su Facebook
donna che spia computer uomo per prove divorzio

Separazione con addebito per violazione obbligo fedeltà

[Torna su]

Il Tribunale di Rimini, con la sentenza n. 82/2021 (sotto allegata), che si presenta in linea anche con la giurisprudenza anche di legittimità, addebita la separazione al marito che intrecciando una relazione extraconiugale, viola il dovere di fedeltà coniugale e non contento sbandiera la nuova relazione sulle pagine di Facebook, pubblicando anche le foto di due biglietti aerei, che provano il viaggio d'amore con la nuova compagna.

Una pronuncia che pone fine al procedimento intrapreso da una moglie che decide di portare in Tribunale il marito, da cui si vuole separare perché, dopo una vita serena passata insieme e 4 figli, l'uomo ha deciso di porre fine al matrimonio per andare a vivere con la nuova compagna, ossia l'amante con cui ha intrattenuto una relazione extraconiugale.

La moglie chiede quindi l'affidamento del figlio minore, l'assegnazione della casa coniugale, il mantenimento per se e i figli più piccoli e la regolamentazione del diritto di visita del marito, per evitare che la prole abbia contatti con la nuova compagna dell'uomo, in quanto ritenuta "poco raccomandabile."

Addebito al marito che sbandiera le foto della relazione extraconiugale su Facebook

[Torna su]

Tenuta l'udienza presidenziale e nominato il giudice istruttore, la separazione viene pronunciata perché in effetti ricorrono tutti presupposti richiesti dall'art. 151 c.c. ossia l'intervenuta intollerabilità della convivenza e il fallimento del tentativo di conciliazione.

Fondata la domanda di addebito avanzata dalla moglie. La donna ha infatti provato la relazione extraconiugale del marito, circostanza non equivoca, dimostrata da messaggi e foto che il marito ha pubblicato su Facebook e che lo ritraggono in atteggiamenti affettuosi con la nuova compagna. Come se non bastasse il marito ha anche pubblicato sul social le foto dei biglietti aerei che dimostrano una vacanza trascorsa con la nuova compagna. Episodio che ha fatto infuriare non poco la moglie, che ha commentato le immagini, invitando il marito a provvedere ai bisogni dei figli e a non spendere i suoi soldi per le vacanze con l'amante. Critiche alle quali il marito ha replicato sul social con la seguente frase "fino ad oggi vi ho campato tutti", ammettendo in questo modo gli addebiti indicati dalla moglie.

A carico del marito soccombente le spese del procedimento

[Torna su]

Per quanto riguarda le altre statuizioni il Tribunale di Rimini conclude per l'affidamento condiviso del figlio minore, assegna la casa alla moglie, a cui riconosce anche l'assegno di mantenimento di 150 euro, dispone il versamento della somma di 350 euro per i figli più piccoli, rigetta le istanze della donna relative all'esercizio del diritto di visita del padre perché la "pericolosità" della nuova compagna non è stata dimostrata e condanna infine il marito a rifondere alla moglie le spese processuali.

Leggi anche:

Separazione: tradimento sui social, quando scatta l'addebito?

Scatta l'addebito della separazione per chi sbandiera il tradimento su Facebook

Scarica pdf Tribunale Rimini sentenza n. 82/2021
Vedi anche:
Facebook: ecco gli aspetti legali che ognuno dovrebbe conoscere
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: