Quale futuro per quota 100? Nel prossimo governo la misura potrebbe sparire dal sistema previdenziale? Ecco cosa potrebbe succedere
mano che tiene punto interrogativo

di Redazione - Con la crisi del governo giallo-verde potrebbe essere a rischio una delle maggiori novità introdotte dall'esecutivo: la cosiddetta quota 100? E' una delle domande che in molti si pongono.

Cos'è Quota 100

Ricordiamo che la misura, fortemente voluta dalla Lega, è stata introdotta dal decreto legge n. 4/2019 e successiva legge di conversione, in via sperimentale per un triennio.

La prestazione economica viene erogata, su domanda, ai lavoratori dipendenti e autonomi che maturano i requisiti prescritti dalla legge, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2021.

Vai alla guida Quota 100

Addio quota 100?

Quindi la caduta dell'attuale esecutivo e il "ribaltone" di un governo giallo-rosso, tra M5S e Pd, potrebbe portare a far scomparire la sperimentazione dal sistema previdenziale italiano.

Del resto, a fare gola è il "tesoretto" che la "deroga" alla legge Fornero potrebbe liberare: oltre 8 miliardi, che potrebbero essere girati per ridurre il deficit.

Cancellando quota 100, l'eventuale esecutivo targato M5S-Pd potrebbe ottenere, infatti, il doppio risultato di cancellare una misura osteggiata dal Partito Democratico e di avere a disposizione somme da utilizzare in altri campi.

Al momento, però, si tratta solo di una "tentazione" e dovranno attendersi gli ulteriori sviluppi della crisi.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Seguici anche su Facebook e iscriviti alla newsletter


Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: