Sei in: Home » Articoli

Telefono, verso l'addio alla linea fissa

Dal 15 novembre 2018, Orange, la compagnia telefonica francese, smetterà di commercializzare le linee fisse del telefono. L'italiana Tim pronta a seguirne l'esempio
serie di telefoni bianchi e rossi

di Gabriella Lax – Anche gli italiani diranno presto addio alla linea fissa del telefono? A fare da precursore è la Francia dove, dal prossimo 15 novembre 2018, Orange smetterà di commercializzare le linee fisse del telefono. Ma anche l'italiana Tim si dichiara pronta a rottamare i vecchi telefoni e porterà nelle case la tecnologia IP per la telefonia fissa.

Telefono, il graduale addio della Francia alla linea fissa

Dunque, dopo la eliminazione dalle strade delle cabine del telefono, dal prossimo 15 novembre, Orange smetterà di fare pubblicità alle linee del telefono fisse. Succederà tutto molto lentamente, saranno necessari i prossimi 4 anni per riuscire ad adeguare tutti gli impianti. Si consideri che nel paese d'Oltralpe In Francia sono circa 10 milioni di persone, soprattutto anziani o abitanti delle periferie o delle zone rurali, che usano la linea fissa.

Telefono fisso, Tim pronta a seguire l'esempio francese

Come chiarisce il Sole 24 Ore anche Tim dallo scorso anno, è impegnata a studiare questa possibilità, ed è pronta a dare il via al suo piano il prossimo autunno: gli obiettivi sono quelli di ammodernare la rete e risparmiare centinaia di milioni.

I risparmi equivarrebbero a circa 700 milioni di euro, frutto della dismissione delle centrali (ben 6.500 su 10.500) pianificata entro il 2024, che porterà risparmi in termini di energia e costi immobiliari, sia in termini di costi di manutenzione e gestione della rete.

L'abolizione della rete fissa tradizionale avrà, poi, grandissimi benefici in termini di "spazio" e di "servizi".

(31/08/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Gratuito patrocinio: non rileva l'ignoranza ai fini del reato
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole
» Riforma pensioni 2019
» Alimenti ritirati dal ministero della Salute: la lista aggiornata
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss