Sei in: Home » Articoli

Processo civile telematico: nuova interruzione

Il Portale dei servizi telematici informa che a causa dell’installazione di modifiche correttive i servizi saranno interrotti dal 3 al 6 agosto
martello in un computer con sveglia concetto giustizia telematica

di Redazione – Nuova interruzione dei servizi del processo civile telematico. Al fine di consentire l'installazione di modifiche correttive sui sistemi del civile, infatti, il Portale dei servizi telematici (Pst) informa che si verificheranno interruzioni degli stessi dalle ore 17:00 di venerdì 3 agosto sino alle ore 8:00 di lunedì 6.

Le modalità temporali

Le modalità temporali delle interruzioni saranno le seguenti:

- per tutti gli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello dell'intero territorio nazionale, compresi i Giudici di Pace, ed il Portale dei Servizi Telematici dalle ore 17:00 del giorno venerdì 3 agosto e sino, presumibilmente, alle ore 08:00 di lunedì 6 agosto.

Nel corso delle attività di manutenzione, precisa il Pst, "rimarranno attivi i servizi di posta elettronica certificata e saranno, quindi, disponibili le funzionalità relative al deposito telematico da parte degli avvocati, dei professionisti e degli altri soggetti abilitati esterni anche se i messaggi relativi agli esiti dei controlli automatici potrebbero pervenire solo al riavvio definitivo di tutti i sistemi".

Durante le interruzioni programmate, pertanto, non sarà possibile consultare i fascicoli degli uffici dei distretti coinvolti dal fermo dei sistemi.

Cancelleria e giudici

Per tutti gli utenti "interni" (Magistrati e cancellieri), inoltre, durante il periodo di interruzione dei sistemi, non saranno disponibili "i registri di cancelleria e quindi, per i cancellieri, non sarà possibile procedere all'aggiornamento dei fascicoli, all'invio dei biglietti di cancelleria e all'accettazione dei depositi telematici, mentre non sarà possibile aggiornare i dati dei fascicoli sulla Consolle del Magistrato".

Pct: i servizi sospesi

L'attività di manutenzione del Portale dei Servizi Telematici renderà indisponibili, infine, tutti i servizi informatici del settore civile e, in particolare:

- l'aggiornamento (anche da fuori ufficio) della consolle del magistrato;

- il deposito telematico di atti e provvedimenti da parte dei magistrati;

- tutte le funzionalità del portale dei servizi telematici;

- tutte le funzioni di consultazione da parte dei soggetti abilitati esterni;

- i pagamenti telematici compreso il pagamento del contributo di pubblicazione di un'inserzione sul Portale delle Vendite.

(01/08/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Inps: medici pagati in più se tagliano prestazioni e invalidità
» Benzina: ecco le nuove sigle
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f g+ t in Rss