Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

L'identikit dell'avvocato nel contesto della nuova dimensione europea

Aiga, alla conferenza nazionale di Trieste sulla nuova identità europea degli avvocati si discute insieme ai massimi esperti e i rappresentanti della politica europea
giovane uomo con valigia con simbolo Europa sta emigrando per lavoro

di Gabriella Lax - Come cambia l'identikit dell'avvocato nel contesto della nuova dimensione europea? A sollevare il tema ci pensa l'Aiga (Associazione nazionale giovani avvocati) che programma, nelle giornate di venerdì 18 e sabato 19 maggio, a Trieste, presso il Savoia Excelsior Palace, la conferenza nazionale dal titolo "Avvocato europeo, una nuova identità professionale".

Della nuova identità europea degli avvocati si discuterà, grazie ad un ricco ed articolato programma, insieme ai massimi esperti e i rappresentanti della politica europea.

Due giorni per approfondire la nuova identità europea degli avvocati

L'iniziativa, articolata in due giornate, ha il patrocinio, tra l'altro, del Consiglio Nazionale Forense, dell'Università degli Studi di Trieste, del Comune di Trieste e dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Orientale.

Venerdì, dopo i saluti del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga e del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, e dei rappresentanti delle Istituzioni della città, la relazione d'apertura del presidente nazionale dell'Aiga, avvocato Alberto Vermiglio, e l'incontro dal titolo "Diritti sovranazionali e nuove frontiere della giovane avvocatura", con la partecipazione di esponenti della politica europea, quali il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari Europei, on. Sandro Gozi e i parlamentari europei Lara Comi, Ely Schlein e Marco Zullo. Al termine dell'introduzione saranno presi in esame tre ambiti, accomunati fra loro dalla necessità, in questo periodo storico, di maggior attenzione da parte dei giovani avvocati per una maggiore specializzazione e professionalità.

Nel pomeriggio i tre approfondimenti, rispettivamente su "Accesso ai fondi europei per i professionisti" durante il quale interverranno l'avv. Simona Putzu e l'avv. Michelina Grillo, Coordinatrice della Commissione sui fondi europei della Cassa Forense, nonché un esperto del settore che collabora con la Conferenza Stato/Regioni; "Imprese ed enti regolatori nello scenario economico internazionale" per approfondire un'importante realtà di confine tra Italia ed Europa grazie all'intervento del segretario generale dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Mario Sommariva, del professore ordinario di diritto dei trasporti presso l'Università degli Studi di Udine nonché Presidente Comitato di Trieste dell'Aidim (Associazione italiana di diritto marittimo) Alfredo Antonini, dell'avvocato Simone Bagnariol, General Counsel di Rizzani de Eccher S.p.A. e del Presidente della Francesco Parisi Casa di Spedizioni S.p.A., componente della Presidenza della FIATA (Fédération Internationale des Associations de Transitaires et Assimilés) Francesco Stanislao Parisi; infine "Avvocato europeo: prospettive di crescita senza confine" coi relatori avv. Emiliano Ganzarolli, segretario generale dell'AIJA (Association Internationale des Jeunes Avocats), del dott. Antonino La Spina, Direttore dell'Ufficio di Coordinamento dell'ICE, e del prof. Stefano Amadeo, ordinario di diritto dell'Unione Europea presso l'Università di Trieste.

La seconda giornata prevede la tavola rotonda, dal titolo "Avvocato europeo tra accesso, criticità e nuove opportunità", alla quale parteciperanno l'avv. David Cerri, Componente del Comitato Direttivo della Fondazione del CNF, il prof. Paolo Ferretti, Coordinatore del Corso di Laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Trieste, nonché alcuni colleghi che esercitano la professione all'estero.

(17/05/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione

Newsletter f g+ t in Rss