Sei in: Home » Articoli

Cassazione: le sentenze più interessanti del 2017

Ripercorriamo alcune delle più significative pronunce giurisprudenziali emanate nel corso dell'anno che volge al termine
Giudice della cassazione

di Valeria Zeppilli – Anche quest'anno torna la quarta edizione di "giustizia sotto l'albero", con un nuovo taglio però, dedicato alle sentenze più significative della Cassazione emanate nel 2017.

Leggi anche: La giustizia sotto l'albero edizione 2017

L'anno che volge al termine, infatti, è stato caratterizzato da pronunce giurisprudenziali per molti versi epocali.

Ricordiamo qui di seguito alcune delle principali:

Assegno di divorzio: addio al tenore di vita

Di certo la sentenza della quale si è più sentito parlare e che ha iniziato sin da subito a produrre effetti sul piano pratico è la numero 11504/2017, con la quale, in materia di divorzio, è stato spazzato via in un colpo solo il classico parametro del tenore di vita nella determinazione del diritto dell'ex coniuge a beneficiare dell'assegno divorzile.

L'an del beneficio, infatti, va vagliato considerando la persona esclusivamente come singolo e non più come una parte di un rapporto matrimoniale che ormai risulta estinto, anche sul piano economico-patrimoniale.

Oggi, quindi, se è accertato che l'ex è economicamente indipendente o è effettivamente in grado di esserlo il diritto all'assegno divorzile non gli è più riconosciuto.

La specificità dei motivi d'appello

Tra le pronunce che si sono interessate di diritto processuale, va segnalata la sentenza numero 27199/2017, con la quale Corte di cassazione si è confrontata con la questione della specificità dei motivi d'appello a seguito della riforma del 2012.

In particolare i giudici, dopo aver ricordato che i motivi dell'atto di appello devono comporsi di una parte volitiva e una parte argomentativa e che, con riferimento a quest'ultima, l'effettiva specificità delle doglianze è connessa con la motivazione assunta dal giudice di primo grado, ha chiarito che se il giudice ha omesso del tutto di vagliare la tesi della parte l'atto di appello può anche limitarsi a riprendere, con i dovuti adattamenti, le linee difensive di primo grado, mentre se certe argomentazioni sono state confutate, l'atto necessita di una formulazione più rigorosa e precisa, seppur libera da forme sacramentali.

Il tutto fermo restando che l'appello è ancora oggi una revisio prioris instantiae e non di certo un mezzo di impugnazione a critica vincolata.

Usura sopravvenuta

In materia tributaria si segnala, invece, la discussa pronuncia 24675/2017 con la quale le Sezioni Unite hanno hanno affermato che la clausola contrattuale di determinazione del tasso di interessi stipulata prima dell'entrata in vigore della legge numero 108/1996 non è resa né nulla né inefficace dall'eventuale superamento da parte del tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario della soglia dell'usura come determinata dalla predetta legge. Nella medesima pronuncia la Cassazione ha precisato, peraltro, che tale regola vale anche in tutti i casi in cui una simile clausola sia stata stipulata successivamente ma per un tasso non eccedente tale soglia quale risultante dalla stipula.

Opposizioni a precetto per crediti tributari

Sempre in materia tributaria va infine ricordata la sentenza numero 24965/2017 con la quale la Corte si è confrontata con la questione della competenza a decidere le opposizioni a precetto per crediti tributari, analizzando il caso in cui la contestazione abbia ad oggetto la notificazione del titolo esecutivo. Per i giudici, posto che tale impugnazione è strumentale all'impugnazione della cartella di pagamento e ha quindi ad oggetto non un vizio proprio del precetto ma la nullità della cartella, la competenza a decidere su di essa deve essere affidata al giudice tributario.

I 20 articoli su sentenze della Cassazione più letti nel 2017


Parcheggiare nel posto del disabile è reato
Lucia Izzo - 09/04/17 - Per la Cassazione se lo spazio è assegnato direttamente a un disabile si incorre nel reato ex art. 610 c.p. e non nella sanzione d.


Assegno divorzio: la Cassazione dice addio al tenore di vita
Marina Crisafi - 10/05/17 - Rivoluzione della Suprema Corte. Superato il consolidato parametro, conterà l'indipendenza economica.


Tfr: quando l'Inps paga al posto dell'azienda
Lucia Izzo - 10/04/17 - La Cassazione fissa i requisiti affinché il Fondo di Garanzia corrisponda il trattamento di fine rapporto al lavoratore.


Condominio: per le infiltrazioni dal tetto pagano i singoli proprietari
Valeria Zeppilli - 12/05/17 - Per la Cassazione non è corretto gravare delle spese tutti i condomini in relazione alla proprietà delle parti comuni.


Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
Marina Crisafi - 14/01/17 - La Cassazione ricorda che l'errore può essere rettificato ma non si possono recuperare le somme corrisposte salvo dolo del pension.


Separazione: i nuovi compagni non devono turbare i figli
Lucia Izzo - 11/05/17 - Per la Cassazione corretto l'affidamento al padre se la madre impone ai figli la presenza del nuovo compagno.


Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
Luisa Camboni - 27/04/17 - Il tradimento nella casa coniugale integra il reato di maltrattamenti ex art. 572 c.p..


Divorzio: la Cassazione dice addio al tenore di vita. Ecco le motivazioni
Valeria Zeppilli - 11/05/17 - Con una rivoluzionaria pronuncia il parametro tradizionale lascia il posto all'indipendenza economica del richiedente.


Pistola sotto il materasso: la custodia è corretta
Francesco Pandolfi - 26/04/17 - Per la Cassazione, la custodia dell'arma senza caricatore né colpo, anche senza particolari misure di sicurezza in casa è corretta.


Divorzio: dopo la Cassazione, via alle battaglie per rivedere gli accordi
Valeria Zeppilli - 12/05/17 - Dopo la rivoluzionaria sentenza della Cassazione si preannuncia l'arrivo di un maxicontenzioso.


Cassazione: anche i figli cinquantenni hanno diritto agli alimenti
Valeria Zeppilli - 14/04/17 - Se la loro situazione di bisogno è comprovata e ogni tentativo di uscirne è risultato infruttuoso, hanno diritto a ottenere gli al.


Mantenimento figli: anche se meno abbiente dell'altro, il genitore è comunque obbligato
Redazione - 10/04/17 - La Cassazione ricorda che l'obbligo sussiste per entrambi indipendentemente dalla maggiore capacità economico di uno dei due genit.


Cassazione: i cani maltrattati vanno mantenuti dal Sindaco
Valeria Zeppilli - 12/04/17 - Tale soggetto assume infatti una posizione di garanzia del benessere degli animali presenti sul territorio comunale.


Cassazione: il tempo-divisa va retribuito
Marina Crisafi - 06/02/17 - Il tempo occorrente per indossare la divisa aziendale è considerato lavoro se la prestazione va eseguita nell'ambito della discipl.


Processo civile: alle controversie tra avvocato e cliente si applica sempre il rito sommario
Valeria Zeppilli - 05/05/17 - L'impugnazione va proposta con appello mentre il ricorso straordinario in Cassazione è inammissibile.


Affitto in nero: la registrazione tardiva sana il contratto con effetto retroattivo
gianluca giorgio - 03/05/17 - Per la Cassazione, l'efficacia ex tunc del contratto mantiene stabili gli effetti voluti dalle parti.


Cassazione: l'avvocato va sempre pagato, anche se manca la contestazione
Lucia Izzo - 03/06/17 - Anzi, l'omessa specifica contestazione delle attività processuali svolte da parte del cliente esonera il legale a fornire la prova.


Usura: nel calcolo vanno considerate anche le spese assicurative collegate al finanziamento
Floriana Baldino - 18/04/17 - Importante sentenza della Cassazione che definisce i criteri ed i principi di diritto per il calcolo del TAEG e dell'usura .


Mobbing sul lavoro: la Cassazione ne ammette una forma più tenue
Alessandra E. Di Marco - 13/05/17 - La Suprema Corte apre le porte al risarcimento del cosiddetto straining.


Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
Valeria Zeppilli - 19/07/17 - Il GdP di Vibo Valentia si discosta dall'orientamento della Cassazione in favore della riparazione a totale carico dell'assicurazione.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(25/12/2017 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Avvocati: cosa non va detto al collega per non rischiare una sanzione
» Telefonino alla guida: al vaglio il ritiro della patente
» Usura e restituzione degli interessi del mutuo
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss