Sei in: Home » Articoli

Addio animali nei circhi: entro un anno le norme

La nuova legge sullo spettacolo pubblicata in GU e in vigore dal 27 dicembre prevede che entro 12 mesi il Governo dovrà emanare le norme per il graduale superamento dell'uso degli animali nelle attività circensi e negli spettacoli viaggianti
tigre in circo con animali

di Marina Crisafi - Entro un anno dovranno essere emanate le norme che disciplinano il graduale superamento degli animali nei circhi. A prevederlo è la legge delega sullo spettacolo, pubblicata in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal prossimo 27 dicembre, che oltre ad investire più risorse, estendere l'art bonus e rendere permanente il tax credit musica, delega il governo ad adottare entro 12 mesi dall'entrata in vigore, una serie di decreti legislativi per riordinare, riformare e riassettare l'intera materia.

Leggi anche: Addio graduale agli animali nei circhi: approvata la legge

Addio graduale agli animali nei circhi

Tra le deleghe riguardanti i più svariati settori dello spettacolo (teatro, danza, musica, ecc.), le cui norme dovrebbero confluire in un testo unico (codice dello spettacolo), c'è anche quella inerente la revisione della vigente disciplina delle attività circensi e degli spettacoli viaggianti.

Nello specifico, la nuova legge obbliga il governo ad adottare entro un anno, uno o più decreti legislativi che contengano la revisione delle disposizioni in questo settore, "specificamente finalizzata al graduale superamento dell'utilizzo degli animali nello svolgimento delle stesse".

Lav: processo da completare entro 3 anni

Come sarà disciplinato il graduale superamento è ancora presto per dirlo. Intanto, la Lav già protagonista della lotta per arrivare ad un addio senza se e senza ma degli animali nei circhi, fa sentire la sua voce. Pur auspicando una formulazione più netta, "è innegabile – si legge in una nota sul sito – che la legge introduce nel nostro ordinamento, per la prima volta nella storia, il principio per cui l'utilizzo di animali nel circo va gradualmente superato". Ossia, "uso che va 'abbandonato', 'accantonato' (cit. Treccani). È questa l'unica interpretazione – scrive ancora l'associazione – del termine 'superamento' che la ratio della norma e il senso comune consentono".

Quanto ai tempi, inoltre, prosegue la Lav, le istanze (presentate come Odf alla Camera) richiedono la previsione di tempi certi per il "completamento del processo (2 o 3 anni dall'entrata in vigore della Legge delegata) che il Governo è comunque tenuto a disciplinare entro la fine del 2018", "interpretazioni autentiche del 'graduale superamento' (come dismissione/eliminazione dell'uso di animali)", "incentivi per i circensi che non utilizzano animali o avviano di propria iniziativa la trasformazione".

Legge spettacolo n. 175/2017
(14/12/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Reato per la madre che non fa vedere il figlio al padre
» Decreto dignità: tutte le novità sul lavoro
» La pensione di reversibilità
» Ponte Morandi: si può revocare la concessione ad Autostrade?
» Partite Iva: rinviato il pagamento della doppia rata di agosto

Newsletter f g+ t in Rss