Sei in: Home » Articoli

Disdetta Sky: come fare

Per provvedervi basta stampare, compilare e spedire i moduli presenti sul sito web della società. Ecco come fare a disdire il contratto Sky
coppia che guarda la tv lei annoiata lui telefona per disdetta
di Valeria Zeppilli – Se il contratto sottoscritto con Sky non ci interessa più o ha iniziato ad avere un brutto rapporto con le nostre finanze, non dobbiamo disperare: la disdetta non è poi così complicata come potrebbe astrattamente sembrare.

È Sky stesso, infatti, che mette a disposizione sul proprio sito web degli appositi moduli da compilare, stampare e inviare tramite raccomandata con avviso di ricevimento all'azienda destinataria della disdetta.

Indice

  1. Disdetta Sky: moduli da utilizzare
  2. Costi di disattivazione contratto Sky
  3. Disdetta Sky: restituzione del decoder

Disdetta Sky: moduli da utilizzare

I moduli predisposti da Sky per permettere ai suoi clienti di recedere dal rapporto che li lega ad esso o per disdire il contratto sono diversi a seconda del tipo di abbonamento sottoscritto.

Disdetta Sky: modulo contratto in scadenza

Innanzitutto vi è il modulo disdetta a scadenza contratto Sky. È questo che deve essere utilizzato nel caso in cui si scelga di abbandonare la pay tv quando il contratto sta giungendo alla sua naturale scadenza: esso andrà compilato e spedito con almeno 30 giorni di anticipo rispetto all'ultimo giorno di abbonamento, se non si vuole incorrere nel rinnovo automatico annuale.

Disdetta Sky: modulo contratto non a scadenza

Vi è, poi, il modulo recesso contratto Sky non a scadenza, che va usato quando si ha intenzione di interrompere il rapporto senza attendere che termini il periodo per il quale è stato stipulato il relativo contratto. La richiesta deve pervenire tramite raccomandata a/r con un preavviso di almeno 30 giorni e comunque entro la fine del mese precedente quello per cui si vuole la chiusura (quindi se, ad esempio, la raccomandata arriva il 20 marzo, il contratto cesserà il 30 aprile e dal 1° maggio Sky non sarà più disponibile).

Disdetta Sky: modulo recesso entro 14 giorni

Infine, vi è il modulo recesso contratto Sky entro i primi 14 giorni, da utilizzare nel caso in cui, dopo aver stipulato un contratto con Sky, si voglia sfruttare la possibilità, offerta a coloro che hanno stipulato fuori dai negozi Sky, di tornare liberamente sui propri passi entro 14 giorni.

Disdetta Sky: per contratti tramite Tim

A questi tre moduli, se ne affiancano altri tre (reperibili sempre sul sito web di Sky) specifici per chi abbia sottoscritto l'abbonamento tramite Tim.

Si tratta del modulo disdetta a scadenza contratto TIM Sky, del modulo recesso contratto TIM Sky non a scadenza e del modulo recesso contratto TIM Sky entro i primi 14 giorni.

La scelta tra l'uno e l'altro modulo va fatta secondo le indicazioni già viste con riferimento ai contratti "classici". Con una precisazione: nel caso di abbonamento sottoscritto tramite TIM potranno avvalersi della possibilità di recedere liberamente entro i primi 14 giorni coloro che abbiano provveduto alla stipula non solo fuori dai negozi Sky, ma anche fuori dai negozi Tim.

Costi di disattivazione contratto Sky

Nel caso di disdetta alla naturale scadenza del contratto, ovviamente, non sono previsti costi particolari. Lo stesso, come accennato, deve dirsi nel caso ci si avvalga legittimamente della facoltà di recesso entro i primi 14 giorni dalla stipula del contratto.

Diversa, invece, è l'ipotesi in cui si decida di disdire l'abbonamento prima che lo stesso scada: in tal caso, infatti, va pagato un costo di disattivazione di euro 11,53, ai quali si aggiunge il rimborso di promozioni eventualmente in essere o altri eventuali costi previsti in contratto.

Bisogna inoltre tenere conto del fatto che la disdetta si perfeziona generalmente nel giro di un mese, mese durante il quale si continuerà ad essere abbonati e a dover quindi sostenere i relativi costi.

Disdetta Sky: restituzione del decoder

Una volta che la disdetta si è perfezionata bisogna avere la "premura" di restituire tempestivamente sia il decoder che le eventuali ulteriori apparecchiature fornite da Sky in comodato d'uso.

Se la restituzione non avviene entro il termine massimo di 30 giorni, infatti, il rischio è quello di trovarsi costretti a pagare penali anche elevate.

Leggi anche:

- Disdetta Vodafone: come si fa

- Disdetta Telecom: come fare

- Disdetta Fastweb: come fare


Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(12/03/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: il vademecum sulla privacy
» Cassazione: litigare davanti ai figli è reato
» Quali sono i beni che non si possono pignorare?
» Le misure cautelari
» Gdpr: al via la procedura online


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss