Sei in: Home » Articoli

Disdetta Telecom: come fare

Guida con i modelli scaricabili da utilizzare
serie di telefoni bianchi e rossi

Disdire il contratto che lega a Telecom è un'operazione molto semplice. Ecco quindi come fare nel caso in cui ciò si renda necessario perché si è in procinto di cambiare casa o si intende cessare la linea telefonica o, infine, si preferisce passare ad altro operatore.

Disdire il contratto senza apparecchiatura telefonica

Per disdire il contratto, cessando la propria linea telefonica, è sufficiente prelevare il modulo messo a disposizione sul sito internet di Telecom Italia, compilarlo in tutti i suoi dati, corredarlo della fotocopia del proprio documento di identità e inviarlo a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all'indirizzo già inserito nel modulo (Telecom Italia S.p.A. – Servizio Clienti Residenziali - Casella Postale 111 - 00054 Fiumicino (RM)). La domanda è presa in esame entro 15 giorni e nel frattempo occorre continuare a pagare il canone.

Disdire il contratto con apparecchiatura telefonica

Se il contratto prevedeva anche il noleggio di un'apparecchiatura telefonica, la stessa operazione va compiuta utilizzando un modulo diverso, sempre reperibile dal sito dell'operatore telefonico. In questo caso, però, entro 30 giorni a partire dalla data di invio della raccomandata occorrerà provvedere alla restituzione degli apparecchi telefonici a mezzo pacco postale, inviandoli a un diverso indirizzo, anch'esso indicato nel modulo (Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics - Magazzino Reverse A22 - Piazzale Giorgio Ambrosoli snc - 27015 Landriano (PV)).

In alternativa è anche possibile restituire gli apparecchi recandosi presso uno dei centri Telecom a ciò autorizzati, che sono, ad esempio, a Roma in Viale Liegi n. 31, a Milano in Piazza Cordusio snc e a Napoli al Centro Direzionale – Isola A4.

Costi di disattivazione

La disattivazione prevede dei costi per il recesso anticipato e per la disattivazione.

I primi variano a seconda del tipo di contratto sottoscritto, che dovrà quindi essere consultato per rendersi conto dell'effettiva somma da sborsare per potersi svincolare da Telecom.

I costi per la disattivazione, invece, variano a seconda che si sia in possesso di una linea ADSL o di una linea in fibra e nel primo caso ammontano a 35,18 euro mentre nel secondo caso a 99 euro.

Recesso entro 14 giorni

Nel caso in cui il contratto con la Telecom sia stato sottoscritto fuori dai locali commerciali dell'operatore telefonico o comunque a distanza, nel termine massimo di 14 giorni è possibile esercitare il diritto di recesso disciplinato dall'articolo 49, comma 1, lett. h) del Codice del Consumo, senza costi aggiuntivi.

Il sito web di Telecom mette a disposizione un apposito modulo anche per tale evenienza (scaricabile cliccando qui) che va stampato, compilato, e inviato o tramite fax al numero 800.000187 o tramite raccomandata con avviso di ricevimento alla Casella Postale 123 – 00054 Fiumicino (Roma), in caso di passaggi da altro operatore telefonico, o alla Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma), negli altri casi.

Chiaramente, chi ha già ricevuto delle apparecchiature in comodato d'uso deve restituirle con le modalità sopra viste.

Passaggio ad altro operatore

Resta da dire che quando si decide di abbandonare Telecom per passare ad altro operatore telefonico, le operazioni di disdetta possono essere affidate anche al nuovo gestore, che provvederà ad eseguirle per conto del cliente dopo che questo gli avrà comunicato il codice di migrazione con il quale la linea telefonica è individuata in maniera univoca e che può essere reperito tramite il servizio clienti.

Restano comunque dovuti i costi di disattivazione e recesso e inoltre si dovrà provvedere autonomamente alla restituzione delle eventuali apparecchiature ricevute dalla Telecom in comodato d'uso.


Leggi anche:

- La disdetta Sky: come funziona

- La disdetta dalle pay TV

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(01/04/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il reato di ricettazione
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF