Sei in: Home » Articoli

Disdetta Vodafone: come si fa

Chi intende impedire il rinnovo automatico del contratto stipulato con Vodafone deve attenersi scrupolosamente a quanto previsto in contratto
uomo strappa foglio concetto disdetta contratto

di Valeria Zeppilli - Le operazioni da compiere per dare la propria disdetta da un contratto stipulato con Vodafone sono diverse a seconda del servizio che lo stesso ha ad oggetto e delle condizioni ivi previste.

Vodafone: come inviare la disdetta

Tutte, in ogni caso, hanno un presupposto comune: la modulistica relativa al proprio contratto è presente sul sito Internet dell'operatore ed è accessibile solo dopo aver attivato un proprio account (operazione da fare anch'essa tramite web, accedendo alla sezione "registrati" del sito). Una volta che ci si è autenticati, si potranno utilizzare i canali telematici per comunicare a Vodafone la propria disdetta nella maggior parte delle ipotesi.

In alternativa, la disdetta dal contratto potrà comunque essere comunicata in maniera cartacea, tramite raccomandata a/r, da spedire al seguente indirizzo: Servizio Clienti Vodafone c/o Casella Postale 109 14100 Asti.

Vodafone: come fare disdetta

Concretamente, per dare disdetta da un contratto Vodafone e impedire il suo rinnovo automatico, occorre leggere bene le condizioni sottoscritte al momento della stipula e attenersi a quanto in esse previsto.

Per la disdetta, infatti, non esistono delle regole di carattere generale ma occorre attenersi a quanto pattuito dalle parti. A seconda del servizio che si è acquistato da Vodafone, quindi, varierà il preavviso richiesto, l'ammontare delle eventuali penali, gli adempimenti da compiere dopo la disdetta e per il suo perfezionamento (restituzione di apparecchi, telefoni, etc.).

È molto importante, pertanto, reperire il contratto sottoscritto e rispettare scrupolosamente quanto in esso disciplinato, ricordandosi di agire con anticipo onde evitare di incappare nel rischio di non fare in tempo a dare la propria disdetta.

La disdetta è diversa dal recesso

Spesso, chi non è del mestiere, confonde due termini che possono sembrare sinonimi ma che in realtà indicano due azioni completamente differenti: la disdetta e il recesso.

La disdetta, infatti e come visto, è un atto unilaterale con il quale si impedisce che il contratto, alla scadenza, si rinnovi automaticamente. Il recesso, invece, è un atto unilaterale con il quale si scioglie un contratto ancora in corso.

Anche i presupposti per il recesso anticipato da un contratto Vodafone sono previsti dal contratto stesso, che può connettere ad esso il pagamento di penali o prevedere un termine congruo di preavviso da fornire.

Se, però, il contratto è concluso a distanza o fuori dai locali commerciali, per il recesso opera una disciplina valida per tutti i contratti sottoscritti dai consumatori: vi è diritto di recesso entro 14 giorni dal momento della stipula, senza indicarne le ragioni e senza pagare alcuna penalità.

Vodafone, in tal caso, richiede una dichiarazione esplicita del consumatore da inviare tramite raccomandata a/r all'indirizzo "Servizio Clienti Vodafone c/o Casella Postale 109 14100 Asti" o tramite p.e.c. all'indirizzo vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it.

Leggi anche:

- Disdetta Sky: come fare

- Disdetta Telecom: come fare

- Disdetta Fastweb: come fare

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(14/02/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Autovelox: multe tutte nulle
» Decreto fiscale è legge
» Riforma processo civile: ecco la bozza
» Avvocati: i contributi alla Cassa non sono deducibili!
» Decreto fiscale legge
Newsletter f g+ t in Rss