Sei in: Home » Articoli

Sistema previdenziale: l'accordo tra Governo e Parti Sociali

Lo scorso 20 luglio il Governo e le Parti Sociali hanno siglato un accordo sul sistema previdenziale. Tra le novitÓ previste evidenziamo che una nuova definizione del sistema di etÓ pensionabile con l'abrogazione dell'innalzamento dell'etÓ di pensione a 60 anni dall'1 gennaio 2008 (il cosiddetto scalone), la previsione di nuove risorse per la disciplina dei lavori usuranti che consentiranno ai lavoratori di andare in pensione con 3 anni di anticipo, il rafforzamento dell'impianto del sistema contributivo con l'applicazione dal 2010 dei nuovi coefficienti di trasformazione definiti nel 2005. Le risorse finanziarie necessarie per questi interventi sono state totalmente recuperate nella razionalizzazione del sistema previdenziale (unificazione degli enti previdenziali, eliminazione delle situazioni di privilegio, ecc.).
V anche:
Welfare
Pensioni
(25/07/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Trasferimento ex legge 104: l'istanza di cambio incarico non pu˛ essere trascurata dall'amministrazione
» Caregiver: in arrivo fino a 1.900 euro per chi assiste un familiare disabile
» Assicurazione avvocati: al via il countdown per l'obbligo di polizza
» Codice della strada: al via le multe europee
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
In evidenza oggi
Avvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un erroreAvvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un errore
Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripassoTabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF