Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Danni cagionati da animale? ╚ sempre responsabile il proprietario se non prova il caso fortuito

"La responsabilitÓ del proprietario dell'animale, prevista dall'art. 2052 c.c., Ŕ presunta, fondata non sulla colpa, ma sul rapporto di fatto con l'animale. Ne consegue che per i danni cagionati dall'animale al terzo il proprietario risponde in ogni caso e in toto, a meno che non dia la prova del caso fortuito, ossia dell'intervento di un fattore esterno idoneo a interrompere il nesso di causalitÓ tra il comportamento dell'animale e l'evento lesivo, comprensivo anche del fatto del terzo o del fatto colposo del danneggiato che abbia avuto efficacia causale esclusiva nella produzione del danno.
Ne consegue altresý che se la prova liberatoria richiesta dalla norma non viene fornita (ů) non rimane al giudice che condannare il proprietario dell'animale al risarcimento dei danni per l'intero, e non in parte, secondo una graduazione di colpe tra il medesimo e il danneggiato". ╚ quanto ha di recente stabilito la Corte di Cassazione (Sent. n. 6454/2007) che, nel pronunciarsi sul caso di una donna danneggiata al volto da un morso infertole dal cane di proprietÓ dei resistenti mentre era in visita alla loro abitazione, ha cassato la sentenza dei giudici di merito che avevano dato rilievo all'imprudenza della ricorrente nella produzione dell'evento, condannando i proprietari al pagamento del 25% dei danni.
(22/05/2007 - Silvia Vagnoni)
Le pi¨ lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'Ŕ il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: Ŕ boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'Ŕ e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Carta d'identitÓ elettronica: al via da oggiCarta d'identitÓ elettronica: al via da oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente Ŕ "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente Ŕ "estorto" si torna al vecchio fornitore
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF