Sei in: Home » Articoli

Governo: circolare illustra modifiche a normativa permessi per assistenza a disabili

invalido handicap disabile
Il Dipartimento della Funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha illustrato per mezzo di una circolare pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'11 maggio 2012 le novità introdotte grazie alle ultime disposizioni legislative riguardanti la Legge 104/92 "Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate."

A partire dall'11 agosto 2011 è entrato in vigore il decreto legislativo n. 119/11 che ha apportato modifiche al regime dei permessi e del congedo straordinario per l'assistenza delle persone in situazione di handicap grave.

Le novità introdotte riguardano principalmente:

  • Prolungamento del congedo parentale nel caso di minori disabili;
  • Modifiche alla disciplina del congedo biennale;
  • Regime del cumulo dei permessi per l'assistenza a più persone in situazione di handicap grave;
  • Necessità di documentazione a supporto del permesso nel caso di assistenza nei confronti di persone disabili residenti ad oltre 150 km di distanza stradale rispetto alla residenza del lavoratore.


La Circolare ha tra le altre cose chiarito l'aspetto relativo al prolungamento del congedo parentale; il decreto 119/2011 ne ridefinisce infatti la durata complessiva nell'eventualità che il minore sia portatore di un handicap grave.

Nello specifico:

  • Genitori, anche adottivi, con bambini fino a tre anni di età possono in alternativa fruire dei tre giorni di permesso mensile, delle due ore di riposo giornaliere o del prolungamento del congedo parentale;
  • Genitori, anche adottivi, con bambini da tre anni di età e fino a otto, possono in alternativa fruire dei tre giorni di permesso mensile o del prolungamento del congedo parentale;
  • Genitori, anche adottivi, con figli oltre gli otto anni di età possono beneficiare dei tre giorni di permesso mensile.


Il prolungamento del congedo viene accordato “a condizione che il bambino non sia ricoverato a tempo pieno presso istituti specializzati, salvo che in tal caso, sia richiesta dai sanitari la presenza del genitore”.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/05/2012 - Andrea Proietti)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF