GUIDA SOTTO L'INFLUENZA DELL'ALCOOL: TASSO ZERO PER GIOVANI, NEOPATENTATI E CONDUCENTI PROFESSIONALI

Seguici su Facebook e su G. Plus
Indice della guida

Una delle più importanti novità introdotte dalla legge n. 120 del 2010 (Gazzetta ufficiale n. 175 del 29 luglio 2010) riguarda i giovani fino a 21 anni, i neopatentati di categoria B, i conducenti professionali che esercitano attività di trasporto di persone o cose, i conducenti di mezzi pesanti, autobus e autoarticolati e autosnodati. Come infatti stabilito dal nuovo art. 186-bis del codice della strada, per queste categorie, il tasso alcolemico consentito è pari a zero a differenza di quanto prima consentito e cioè 0,5 grammi per litro (g/l).
Per tutte le altre categorie rimane invariato il tasso alcolemico di 0,5 g/l. Un’altra importante

novità attiene alla depenalizzazione dell’ebbrezza leggera (quella che corrisponde ad un tasso alcolemico compreso tra i 0,5 e 0,8 g/l): si passa infatti dall’ammenda che corrisponde ad una sanzione di tipo penale, ad una sanzione amministrativa. Chi viene trovato a guidare in stato di ebbrezza verrà punito con una sanzione amministrativa consistente nel pagamento di una somma compresa tra i 500 e i 2000 euro. La conseguenza dell’accertamento di tale violazione è costituita da una sanzione amministrativa accessoria corrispondente alla sospensione della patente di guida da tre a sei mesi.
Per i tassi alcolemici sopra lo 0,8 g/l (e quindi non più “ebbrezza leggera”) rimane invariata la sanzione di tipo penale.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Arricchisci questa guida con un tuo commento:
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss