Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Congedo per maternita' D.Lgs. 151/2001: ulteriori chiarimenti Inps

Con la pubblicazione della circolare n. 16 l'Inps torna ad affrontare la questione concernente il congedo per maternita' di cui al D.Lgs. 151/2001. Nel merito l'istituto precisa quanto segue: 1.In caso di adozione di minore, il congedo di maternitÓ di cui al Capo III del D.Lgs. 151/2001 (T.U. delle disposizioni legislative a tutela e sostegno della maternitÓ/paternitÓ) spetta per un periodo di cinque mesi dall'ingresso del minore nel nucleo familiare. In caso di adozione internazionale il congedo pu˛ essere fruito anche durante il periodo di permanenza all'estero. Nell'ipotesi di affidamento il congedo spetta per un periodo di tre mesi e pu˛ essere fruito entro cinque mesi dall'affidamento. 2.Il padre lavoratore pu˛ fruire del congedo di cui sopra alle medesime condizioni previste per la lavoratrice, qualora la stessa non se ne avvalga.
3.Il congedo parentale di cui al Capo V del D.Lgs. 151/2001 (TU. delle disposizioni legislative a tutela e sostegno della maternitÓ/paternitÓ) pu˛ essere fruito dai genitori adottivi e affidatari entro otto anni dall'ingresso del minore in famiglia e, comunque, non oltre il raggiungimento della maggiore etÓ del minore adottato o affidato.
Inps, Circolare 4.2.2008 n. 16
(24/03/2008 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» Multe e atti giudiziari: addio alla comunicazione di avvenuta notifica (CAN)
» Cassazione: per il colpo di frusta serve sempre la radiografia
» Multe e atti giudiziari: addio alla comunicazione di avvenuta notifica (CAN)
» Carburanti: da luglio obbligo di fattura elettronica per imprese e professionisti
» WhatsApp Business al via: cos'Ŕ e come funziona


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss