Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 26.02.2007) ha vietato la pubblicazione su Internet dei dati sanitari riferiti a persone disabili. Il Garante ha reso noto di esser intervenuto sulla questione a seguito di una segnalazione dalla quale emergeva che su un Bollettino ufficiale Regionale (on line) erano riportate le graduatorie dei disabili beneficiari di un contributo per l'acquisto di un PC. In particolare, il Garante nel corso degli accertamenti, ha rilevato che tali graduatorie riportavano nomi e cognomi dei richiedenti, immediatamente visibili in rete e associati alle diverse patologie: disabili dell'udito e del linguaggio, disabili della vista, disabili motori.
Condividi
Feedback

(04/03/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Coronavirus, udienze da remoto: le linee guida del Csm
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto