Niente bonus per i lavoratori dipendenti da enti pubblici con contratto privatistico

Con riferimento alla normativa in oggetto, continuano a pervenire richieste di chiarimenti in ordine alla possibilità di riconoscere ai dipendenti di Amministrazioni pubbliche, assunti con contratto di lavoro di diritto privato, la facoltà di esercitare l’opzione di cui all’articolo 1, comma 12, legge 23 agosto 2004, n. 243. Le diverse tipologie di casi rappresentati, in particolare, da Amministrazioni pubbliche, quali A.S.L., Enti locali, Comunità montane etc., sono riconducibili a due fattispecie: a) Assunzioni di lavoratori con contratto di diritto privato con qualifiche, in genere, di dirigenti ed operai;b) Assunzioni di lavoratori con qualifica di dirigenti, già iscritti alla gestione ex Inpdai.
LaPrevidenza.it, 13/03/2006
Inps, Messaggio 6.3.2006 n° 7018
(31/03/2006 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Bollette gas: dal 1° gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato

Newsletter f g+ t in Rss