Niente bonus per i lavoratori dipendenti da enti pubblici con contratto privatistico

Condividi
Seguici

Con riferimento alla normativa in oggetto, continuano a pervenire richieste di chiarimenti in ordine alla possibilità di riconoscere ai dipendenti di Amministrazioni pubbliche, assunti con contratto di lavoro di diritto privato, la facoltà di esercitare l’opzione di cui all’articolo 1, comma 12, legge 23 agosto 2004, n. 243. Le diverse tipologie di casi rappresentati, in particolare, da Amministrazioni pubbliche, quali A.S.L., Enti locali, Comunità montane etc., sono riconducibili a due fattispecie: a) Assunzioni di lavoratori con contratto di diritto privato con qualifiche, in genere, di dirigenti ed operai;b) Assunzioni di lavoratori con qualifica di dirigenti, già iscritti alla gestione ex Inpdai.
LaPrevidenza.it, 13/03/2006
Inps, Messaggio 6.3.2006 n° 7018
(01/04/2006 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» La madre risarcisce il figlio per avergli impedito di vedere il padre
» Codice della strada: arriva la riforma
» Il reato di maltrattamenti in famiglia
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Reddito di cittadinanza, c' la seconda ricarica

Newsletter f t in Rss