Sul sito dell'Inps sono disponibili i modelli delle attestazioni che i datori di lavoro devono rilasciare ai lavoratori

Ape sociale, la proroga per il 2022

[Torna su]

L'Inps recepisce la proroga della sperimentazione dell'Ape sociale fino al 31 dicembre 2022, contenuta nella legge n. 234/2021. ricordiamo che si tratta di un'indennità a carico dello Stato erogata dall'INPS, entro dei limiti di spesa, a soggetti in determinate condizioni previste dalla legge che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e che non siano già titolari di pensione diretta in Italia o all'estero. L'indennità è corrisposta, a domanda, fino al raggiungimento dell'età prevista per la pensione di vecchiaia, ovvero fino al conseguimento della pensione anticipata o di un trattamento conseguito anticipatamente rispetto all'età per la vecchiaia. Si tratta di una misura sperimentale in vigore dal 1° maggio 2017 la cui scadenza, in seguito a successivi interventi normativi è stata prorogata anche per il 2022.

Ape sociale, i requisiti

[Torna su]

Per il 2022, la Manovra non ha solo dilatato di un anno la durata dell'ape sociale, ma ha ampliato la platea dei beneficiari. Nello specifico per i disoccupati di lungo corso è stata eliminata la condizione del decorso del trimestre in stato di disoccupazione. Per l'individuazione dei lavoratori che svolgono attività gravose è stato introdotto un nuovo elenco delle professioni aventi diritto all'APE sociale e, per alcune di esse - operai edili, come indicati nel contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti delle imprese edili e affini, per i ceramisti (classificazione Istat 6.3.2.1.2) e per i conduttori di impianti per la formatura di articoli in ceramica e terracotta (classificazione Istat 7.1.3.3) - è stata prevista una riduzione a 32 anni del requisito contributivo minimo richiesto (rispetto ai 36 anni). Le nuove professioni si aggiungono a quelle precedentemente comprese nel Dm 5 Febbraio 2018 assorbendone quelle sovrapposte.

Ape sociale, le domande dal 18 gennaio

[Torna su]

Dal 18 gennaio i lavoratori possono fare domanda sul sito dell'Inps per il riconoscimento dei requisiti per accedere alla pensione anticipata, come chiarisce lo stesso istituto nel messaggio numero 274 del 20 gennaio 2022 (in allegato). I lavoratori in possesso dei requisiti per accedere all'Ape Sociale come prorogato dalla Legge di Bilancio per il 2022 possono presentare domanda all'Inps che ha attivato la procedura dal 18 gennaio. Nella sezione "Moduli" in "Prestazioni e servizi" si possono trovare i modelli per le attestazioni che i datori di lavoro devono rilasciare ai lavoratori per la richiesta dell'Ape per addetti a mansioni gravose, differenziati a seconda che il richiedente del beneficio sia un dipendente del settore privato, del settore pubblico (AP148) o un lavoratore domestico (AP149).

Sono tre le finestre annuali per la presentazione all'Inps delle istanze per la verifica delle condizioni: dal 1° gennaio al 31 marzo (istanza tempestiva); dal 1° aprile al 15 Luglio; dal 16 Luglio al 30 novembre (istanza tardiva). Come in precedenza, le domande presentate dopo ciascuna finestra temporale, non oltre il 30 novembre, saranno prese in considerazione dall'Inps esclusivamente se all'esito del monitoraggio dello "scaglione" precedente residuano le necessarie risorse finanziarie.

Vai alla guida Ape social: cos'è e come funziona

Scarica pdf Inps Messaggio numero 274 del 20 01 2022

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: