Nel momento in cui un soggetto che percepisce il reddito di cittadinanza va in pensione decade automaticamente dal beneficio? Facciamo chiarezza
uomo anziano e portafogli vuoto con soldi che volano via

Il quesito

Un nostro lettore ci fa sapere di essere in pensione da diversi mesi, ma di continuare a percepire, in base ai dati risultanti dall'ultimo ISEE, il reddito di cittadinanza. Il suo timore è che, continuando a percepire la misura, visto che ora è titolare anche di una pensione, l'INPS possa chiedergli la restituzione di quanto percepito perché non dovuto.

La risposta

Ai dubbi del lettore non c'è una risposta univoca e valida per tutte le situazioni. Una cosa è certa, se si percepisce il reddito di cittadinanza e anche la pensione è necessario informarne l'INPS, anche se non sempre la pensione determina la perdita automatica del diritto al RdC.

Tutto dipende dalla misura in cui la pensione incide sull'ISEE. Solo dopo aver effettuato questo controllo l'INPS è in grado di verificare se è il caso di diminuire l'importo del reddito di cittadinanza o di revocarlo completamente.

Se poi la misura della pensione non causa la perdita del diritto al reddito di cittadinanza è possibile continuare a percepire entrambe le misure, anche se in questo caso non si può più parlare di reddito di cittadinanza, ma di pensione di cittadinanza.

Se invece l'importo della pensione fa perdere il diritto al reddito di cittadinanza, l'INPS in effetti può, e con tutto il diritto, chiedere la restituzione delle somme indebitamente percepite.

Per risolvere questo dubbio è quindi opportuno contattare l'INPS, descrivere la propria posizione e attendere, dopo gli opportuni controlli, comunicazioni ed eventuali richieste dell'Istituto.

Vedi anche:
Novità pensioni: ultime notizie
Suggerisci un nuovo argomento per la rubrica: domande e risposte
Rubrica Domande e Risposte

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: