A disposizione 6,2 miliardi di euro per richiedere all'Agenzia delle entrate i contributi a fondo perduto. Ecco come fare
imprese impiegati pmi accordo lavoro

Cosa sono i contributi a fondo perduto

[Torna su]

Dal pomeriggio di oggi si possono presentare le domande dei contributi a fondo perduto (vedi anche Contributi a fondo perduto: ecco il modulo per fare domanda). Ma bisogna fare in fretta perché saranno a disposizione solo 6,2 miliardi per richiedere il bonus.

Da oggi pomeriggio e fino al 13 agosto si potranno richiedere i contributi a fondo perduto per le piccole e medie imprese in crisi per l'emergenza coronavirus. Per quanto riguarda il valore si tratta di mille euro per le persone fisiche che raddoppiano per le società.

Contributi a fondo perduto, da oggi si può fare domanda

[Torna su]

Come chiarito dall'Agenzia delle entrate il bonus può essere richiesto da imprese, partite Iva e dai titolari di reddito agrari in attività alla data di presentazione dell'istanza. La domanda può essere presentata solo in via telematica e fino al 13 agosto, anche tramite intermediari come i delegati al cassetto fiscale o al servizio di consultazione delle fatture elettroniche attraverso il canale telematico Entratel/Fisconline e la procedura web prevista nell'area riservata del portale "Fatture e corrispettivi" dell'Agenzia delle Entrate. Ammesse le credenziali Fiscoonline o Entratel dell'Agenzia, Spid (Sistema pubblico di identità digitale) e Carta nazionale dei Servizi (Cns). Nel caso invece di erede che continua l'attività per conto del soggetto deceduto: l'istanza può essere presentata a partire dal 25 giugno e non oltre il 24 agosto.

Contributi a fondo perduto, a chi spettano

[Torna su]

Per usufruire dei contributi a fondo perduto i ricavi o compensi 2019 che non devono essere superiori a cinque milioni di euro. Ma soprattutto per quanto riguarda il calo di fatturato e dei corrispettivi: per aprile 2020 deve essere inferiore ai due terzi di quello del mese di aprile 2019 (salvo alcune eccezioni). Il bonus viene calcolato applicando alla differenza fra il fatturato di aprile 2019 e 2020 una specifica percentuale:

- 20% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 non superano la soglia di 400mila euro;

- 15% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 non superano la soglia di 1 milione di euro;

- 10% se i ricavi e i compensi dell'anno 2019 non superano la soglia di 5 milioni di euro. In ogni caso l'importo sarà non inferiore a 1.000 euro per le persone fisiche e a 2.000 euro per soggetti come le imprese.

Restano esclusi i soggetti la cui attività risulta cessata nella data di presentazione della domanda, i soggetti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria (casse previdenziali), gli intermediari finanziari e le società di partecipazione, i soggetti che fruiscono del bonus professionisti e del bonus lavoratori dello spettacolo introdotti dal decreto Cura Italia e gli enti pubblici.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: