L'annuncio di Zuckerberg: ecco gli Shops, nuovi strumenti (gratuiti) per sostenere le piccole attività dopo l'emergenza Covid 19. Ma non solo
Rappresentazione simbolica del socialnetwork

di Gabriella Lax - Facebook entra nell'e-commerce e, a d annunciare il lancio degli Shops, è lo stesso Mark Zuckerberg nel corso di una diretta.

Zuckerberg punta al commercio elettronico per uscire dalla pandemia

[Torna su]

«Sono state le persone che usano le nostre app a immaginare il social commerce e noi le stiamo aiutando a renderlo una realtà» così il creatore di Facebook e aggiunge «Per anni hanno usato le app di Facebook per comprare e vendere prodotti, fin da quando, tempo fa, si pubblicava la foto di una bicicletta con la scritta "in vendita", per arrivare alla vendita di un tavolino da caffè su Marketplace e, adesso, allo shopping dei prodotti dei brand e degli influencer più amati su Instagram». Oltretutto, puntare in questo momento storico sul commercio elettronico, è anche un modo per sostenere la spinta ad una ripresa dell'economia. Sempre il fattore pandemia ha giocato un ruolo fondamentale ultimamente per lo spostamento massiccio degli acquisti online.

E-commerce su Facebook, come funziona

[Torna su]

Ma Facebook Shop è qualcosa di assolutamente differente rispetto a Marketplace, la piazza-mercato di Facebook dove milioni di utenti e commercianti depositano e consultano annunci online.

Si potrà creare gratuitamente un negozio su Facebook, ogni impresa potrà scegliere quali prodotti inserire nel catalogo e poi personalizzare la combinazione tra design e interfaccia utente del negozio con un'immagine di copertina e colori in linea con il brand. I potenziali clienti troveranno i negozi Facebook Shops sulla pagina Facebook di un'azienda o sul profilo Instagram, oppure scoprirli attraverso storie o annunci, in modo da sfogliare il catalogo, salvare i prodotti e ordinarli. Attualmente, l'ultima azione si dovrà completare sul sito del negozio. Dunque WhatsApp, Messenger e Instagram Direct saranno soloi canali di comunicazione fra domanda e offerta. Proprio come in un negozio fisico, per chiedere assistenza basterà inviare un messaggio all'azienda attraverso questi canali.

Facebook e i programmi fedeltà

[Torna su]

Infine, Facebook sta testando la modalità per rendere più semplice ottenere premi dalle aziende preferite, consentendo alle persone di collegare i propri programmi fedeltà, come il programma a punti del proprio bar di quartiere, all'account Facebook. Le persone potranno consultare e controllare i propri punti e premi.

Il guadagno di Facebook

[Torna su]

Ma coi i negozi gratuiti cosa ci guadagna Facebook? Se le vetrine di Facebook Shops hanno valore per le imprese e saranno sempre di più online Facebook guadagnerà in questo modo. E avrà altri dati sugli utenti da mettere da parte per conoscere le loro abitudini di acquisto e di consumo per le successive campagne mirate stavolta. Dunque percepirà anche delle commissioni sullo shopping effettuato attraverso le proprie applicazioni.

Vedi anche:
Facebook: ecco gli aspetti legali che ognuno dovrebbe conoscere
Condividi
Feedback

(23/05/2020 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: