Troppa confusione tra decreti e ordinanze regionali: la scelta del governo per fare chiarezza e uscirne con una norma univoca
vigile che fa multa ad auto

di Gabriella Lax - È sparita dal decreto legge Rilancio la proroga del super sconto per le multe prevista nella bozza del provvedimento (leggi Decreto rilancio: multe con lo sconto fino al 31 luglio). Dunque non ci sarà nessuna proroga per l'efficacia della norma che accorda un periodo più lungo per beneficiare della riduzione sulle sanzioni previste dal Codice della strada. Per intenderci non ci saranno trenta giorni di tempo per pagare le multe che siano sia per violazioni del Codice della Strada, oppure quelle relative all'inosservanza dei vari dpcm, con il 30 per cento di sconto.

Multe, il passo indietro del Governo

[Torna su]

Per evitare ulteriore confusione l'Esecutivo ha deciso di annullare la proroga di 30 giorni per ottenere lo sconto del 30% in caso di notificazione di una multa. Una marcia indietro clamorosa che comporta che, se fino a ieri era possibile pagare una sanzione in misura ridotta del 30% entro 30 giorni dall'avvenuta notifica, adesso invece la normativa riporta come un salto indietro la situazione: con 30 giorni di tempo si potrà avere lo sconto del 30% sempre entro i 5 giorni di tempo.

Multe, perché nessuna proroga?

[Torna su]

Come mai questo cambiamento? I motivi della scelta sono da ricercarsi nel fatto che l'ingresso di tutta una serie di nuovi decreti legge, ordinanze regionali ha ingenerato caos. Risolutivo per il governo decidere di fare un passo indietro alla vecchia normativa e risolvere la situazione. Dunque la norma è sparita dal decreto Rilancio.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: