Il decreto "Cura Italia" appena approvato estende la possibilità di fruire dei permessi legge 104 da 3 a 15 giorni per i mesi di marzo e aprile
caregiver assiste familiare disabile
di Redazione - Permessi legge 104 estesi a 15 giorni anzichè tre. E congedi speciali per alcune malattie. Sono alcune delle misure contenute nel decreto "Cura Italia" approvato oggi dal Consiglio dei Ministri.

Permessi legge 104

"Allarghiamo la possibilità di usufruire dei permessi della legge 104 che passeranno nei mesi di marzo e aprile, cumulativamente non più di 3 giorni ma 12 giorni con uno stanziamento di 500 milioni di euro". Lo ha affermato il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, nel corso della conferenza stampa che ha seguito poco fa l'approvazione del decreto legge con le misure per affrontare l'emergenza coronavirus.
In pratica, il decreto incrementa il numero di giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa di ulteriori 12 giornate (nei mesi di marzo e aprile 2020) portandoli in totale a 15 giorni.

Congedi speciali per malattia

Inoltre, ha detto la Catalfo, nel provvedimento ci sono "forme di congedo speciale per chi è malato oncologico, immunodepresso e con delle malattie particolari".
All'interno del decreto "si sta cercando di tutelare tutti i cittadini italiani e ovviamente con particolare riguardo ai soggetti più deboli, fragili che hanno più difficoltà".

Naspi e reddito di cittadinanza

Confermate anche misure "come il reddito di cittadinanza, la Naspi o altri sostegni al reddito - che ha rincarato la ministra - rimangono a maggior ragione in un periodo come questo".

Per approfondimenti leggi:

Vedi anche:
Legge 104: vademecum e testo
- La raccolta di articoli e sentenze sulla legge 104
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: