Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Reddito di cittadinanza: addio a Rei e Naspi?

Con l'introduzione del reddito di cittadinanza che fine faranno le misure di contrasto alla povertà e alla disoccupazione previste dai precedenti Governi, come il Rei e la Naspi
Donna perplessa che guarda verso l'alto

di Annamaria Villafrate - Il reddito di cittadinanza partirà a marzo aprile 2019. A questa "quasi" certezza si accompagnano tanti dubbi e interrogativi. Uno dei tanti riguarda la compatibilità di questa misura con quelle previste dai precedenti Governi per contrastare la povertà e aiutare i disoccupati. Chi percepisce il REI o la Naspi avrà quindi anche diritto al reddito di cittadinanza oppure no?

Analizziamo le due misure e cerchiamo di dare una risposta:

  1. Cos'è il REI
  2. Cos'è la Naspi
  3. REI e Naspi sono compatibili con il reddito di cittadinanza?

Cos'è il REI

Il Reddito d'inclusione è una misura introdotta dal Governo Renzi per contrastare la povertà. Riconosciuto alle famiglie con reddito inferiore ai 6000 euro, può raggiungere l'importo mensile di 539,82 euro per le famiglie numerose.

Cos'è la Naspi

La Naspi, invece è un'indennità di disoccupazione erogata ai lavoratori che perdono il posto per cause che non dipendono dalla loro volontà, se negli ultimi 4 anni hanno accumulato 13 settimane di contributi e che durante gli ultimi 12 mesi hanno lavorato per più di 30 giorni.

REI e Naspi sono compatibili con il reddito di cittadinanza?

Sulla compatibilità di queste due misure con il reddito di cittadinanza in arrivo dal 2019 non c'è ancora nulla di definito, anche se pare che entrambe spariranno per lasciare il posto alla nuova misura. In questo modo non solo il sistema sarà semplificato, ma il Governo potrà recuperare complessivamente quasi quattro miliardi di euro, per garantire la copertura della nuova misura di contrasto alla povertà. Molto probabilmente infatti il REI sparirà per lasciare il posto al reddito di cittadinanza, per avere diritto al quale verranno stabiliti nuovi parametri di reddito e importo da erogare. Per la Naspi invece, che è un'indennità di disoccupazione, con finalità diverse rispetto al reddito di cittadinanza, non è ancora chiaro se sarà eliminata o mantenuta, per lasciare così al disoccupato la scelta tra questa e la nuova misura.

Leggi anche le guide:

- Reddito di inclusione: la guida

- NASpI: guida all'indennità di disoccupazione

- Il reddito di cittadinanza

(09/10/2018 - Annamaria Villafrate)

In evidenza oggi:
» Riforma processo civile: addio alle udienze inutili
» Cassazione: mantenimento al figlio dovuto anche se questi vi rinuncia
» Gestione Separata Inps: deve iscriversi l'avvocato che non pratica abitualmente
» Riforma processo civile: addio alle udienze inutili
» Pensione di cittadinanza, ne ha diritto chi ha casa?
Newsletter f g+ t in Rss