Il Tar Sicilia dice no ai bidoni dell'immondizia carrellati fuori dai condomini, non ci sono ragioni estetiche o d'igiene che lo giustificano
Cassonetti dei rifiuti
di Annamaria Villafrate - Il Tar Sicilia, sezione di Catania, con l'ordinanza n. 571/2020 (sotto allegata) dice no ai condomini che si rifiutano di tenere i bidoni a rotelle per la raccolta differenziata dentro gli spazi condominiali. Non ci sono ragioni estetiche che giustificano questo rifiuto e neppure d'igiene. I carrellati stazionano per così breve tempo all'interno delle aree condominiali, che spetta ai condomini provvedere a tenerli puliti.

Anaci: i condomini possono rifiutarsi di tenere i bidoni in condominio

[Torna su]
Anaci ricorre al Tar sostenendo che i condomini non possono essere obbligati a tenere i bidoni con le rotelle per la raccolta differenziata all'interno dei locali dell'edificio condominiale.
Non è necessario che a giustificare questo rifiuto sia l'assenza di locali disponibili in cui collocarli. I condomini sono liberi di non volerli all'interno degli spazi condominiali per ragioni di sicurezza.

Tar: bidoni alloggiati in condominio

[Torna su]
Alla richiesta dell'Anaci il Tar risponde positivamente, anche se in parte.
Il Comune però non è d'accordo, per cui il contenzioso torna di nuovo al Tribunale Amministrativo della Regione Sicilia, Sezione di Catania, che questa volta con l'ordinanza n. 571/2020 rigetta le richieste dei condomini per le seguenti ragioni.
Prima di tutto il Tar precisa che: "Il termine "locale" indica un luogo chiuso che appartiene a una costruzione, ancorché non edilizia, e non uno spazio aperto (…) Ne consegue che, allorquando il condominio disponga di spazi aperti, in essi possono ben esser alloggiati i "carrellati", anche nel caso di vecchi edifici che dispongano di un androne aperto."

No giustificazioni di sicurezza nè estetiche

Le esigenze di sicurezza addotte dai condomini pertanto non possono impedire agli operatori di accedere agli spazi aperti dell'edificio condominiale. Non si possono addurre neppure giustificazioni di ordine estetico, visto che nessun norma gli da rilievo. Per quanto riguarda infine l'aspetto igienico sanitario l'organizzazione della raccolta e del deposito dei rifiuti prevede una permanenza dei carrellati per un periodo di tempo talmente breve, che è compito dei condomini preoccuparsi di tenerli puliti.

Leggi anche Raccolta rifiuti 'porta a porta'? I cassonetti vanno nel cortile condominiale
Scarica pdf ordinanza Tar Catania n. 571/2020
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: